Notizie su sole e pelle

10 modi per potenziare la tua protezione solare

A cura di Skin Cancer Foundation • 14 giugno 2022
donna che applica la protezione solare sulla spalla

Se sei un appassionato di attività all'aria aperta, potresti non renderti conto di quanta esposizione ai raggi UV stai ricevendo mentre persegui la tua passione. Massimizza la tua protezione dal sole con i migliori consigli dei nostri esperti.

Di Lorena Glennon

Dato che sei sul sito web della Skin Cancer Foundation, probabilmente conosci queste nozioni di base: Indossare crema solare ogni singolo giorno: soleggiato o nuvoloso, estate o inverno, autunno o primavera. Finché puoi vedere la luce del giorno, i raggi emessi dalla stella numero uno del nostro pianeta colpiscono la tua pelle. Per le tue attività all'aperto prolungate, usa creme solari con un fattore di protezione solare, o SPF, di almeno 30. L'etichetta dovrebbe riportare "ampio spettro" per confermare che il prodotto protegge dai tipi più dannosi conosciuti di radiazioni ultraviolette (UV).: raggi UVB, che in gran parte causano scottatura, così come i raggi UVA, a cui sono associati abbronzatura e invecchiamento precoce, ma può anche portare a scottature. Entrambi i tipi di raggi UV possono causare danni al DNA nelle cellule della pelle ed entrambi contribuiscono al cancro della pelle.

Se stai già facendo tutto quanto sopra, congratulazioni per la tua vigilanza: secondo diversi recenti sondaggi, sei tra il 10% circa degli americani che afferma di usare la protezione solare ogni giorno. Questa statistica è abbastanza scioccante, ma impallidisce rispetto alla scoperta che quasi la metà della popolazione ammette di non usare mai la protezione solare.

Anche se sei uno dei pochi che applica immancabilmente la protezione solare, c'è di più che potresti fare per proteggere la tua pelle, afferma il ricercatore Henry W. Lim, MD, ex presidente del Dipartimento di Dermatologia presso l'Henry Ford Health System di Detroit e membro di La Skin Cancer Foundation Comitato di fotobiologia. Il Dr. Lim suggerisce di pensare alla protezione solare come all'elemento costitutivo principale da cui assemblare un piano sfaccettato - nelle sue parole, "l'intero pacchetto di protezione solare.” Speriamo che questi consigli degli esperti ti ispirino.

  1. Trova la protezione solare giusta per te. Ci sono una miriade di formulazioni là fuori, per ogni tono e tipo di pelle, e come dice il presidente della Skin Cancer Foundation, Deborah S. Sarnoff, MD, "la migliore protezione solare è quella che indosserai ogni giorno". Certo, questo potrebbe richiedere alcuni tentativi ed errori, quindi cerca dimensioni di campione piccole o addirittura da provare. Se la persona che ami sembra costosa, ricorda che stai investendo nella tua pelle, non solo per prevenire il cancro pericoloso, ma anche per mantenere la tua pelle giovane. È la migliore strategia antiaging che ci sia.
  2. Aggiungi "resistente all'acqua" all'elenco. Nessuna crema solare è impermeabile, avverte il dottor Lim, ma una resistente all'acqua sarà più efficace quando sei in acqua o sudi durante l'attività fisica o semplicemente quando sei fuori in una giornata calda o umida. Ricorda che la tua pelle può scottarsi mentre nuoti perché l'acqua riflette la luce del sole, così come la sabbia, la neve e il ghiaccio.
  3. Applica la crema solare ovunque la tua pelle sia esposta. Il tuo viso, comprensibilmente, può sembrare la parte più importante del tuo corpo da proteggere, ma non trascurare la moltitudine di altre superfici che sono anch'esse esposte (pensa alle orecchie, al cuoio capelluto, alle mani, al petto, ecc.). Coprire ogni angolo e fessura che è, o sarà, uncoperto.
  4. Sii liberale, anche stravagante, nel tuo uso. La protezione solare, ahimè, lo è non uno di quei prodotti di cui si può dire: "Un po' fa molto". Per ottenere la copertura necessaria, è necessario applicare a lotto - e le persone lo fanno raramente. "In uno studio presso il Beauty Lab del Good Housekeeping Institute", afferma April Franzino, direttrice di bellezza presso Buona pulizia della casa, Frodi e Festa della donna riviste, “abbiamo misurato la quantità di protezione solare applicata da un gruppo di donne quando veniva loro concesso l'accesso illimitato a distributori pieni di crema solare. In media, era solo il 33 percento della quantità raccomandata.

    Quanto is la quantità consigliata? Pensa a una generosa cucchiaiata delle dimensioni di una monetina per il tuo viso e 1 oncia. bicchierino (circa due cucchiai) per corpo e viso insieme, afferma il chirurgo Mohs di New York City Julie K. Karen, MD, professore assistente clinico presso il Dipartimento di Dermatologia Ronald O. Perelman presso il NYU Langone Medical Center. Ma un importo potrebbe non essere sufficiente per tutti. Potrebbe essere più utile pensare a come fittamente applicare un prodotto. Applica la lozione come se stessi dipingendo una staccionata e desideri una buona copertura, quindi strofinala. Se stai usando uno spray o un bastoncino, applica finché non appare una lucentezza uniforme sulla pelle, quindi massaggia.

  5. Riapplicare, riapplicare, riapplicare. Questo è un consiglio che tutti abbiamo sentito, eppure la maggior parte di noi non lo fa, soprattutto perché dimentichiamo o non vogliamo il fastidio. Ma renditi conto che la protezione dai raggi UV della crema solare svanisce dopo solo circa due ore e che va più velocemente di quanto ti rendi conto quando ti stai divertendo. La dottoressa Karen dice: "Se stai svolgendo un'attività all'aperto prolungata, dovresti consumare una bottiglia da otto once ogni due giorni".
  6. Controlla la data di scadenza. La protezione solare ha una durata di conservazione piuttosto lunga, soprattutto se è stata conservata in un luogo fresco e buio (non lasciato fuori o in un'auto calda). La maggior parte è valida per circa tre anni, ma controlla la data per essere sicuro e tieni a portata di mano il backup più recente. La data può trovarsi sulla confezione esterna, o sull'estremità piegata di un tubo, o vicino o sul fondo di una bottiglia o di un barattolo. Controlla la data prima anche l'acquisto, per assicurarti che ti dia tutto il tempo per usarlo.
  7. Allargare ulteriormente lo spettro. Il luce visibile parte dello spettro è un'area di ricerca in crescita che ha importanti implicazioni per l'uso della protezione solare, in particolare per le persone con tonalità della pelle più scure. Recenti ricerche del Dr. Lim e altri hanno scoperto che può indurre arrossamento nelle persone di carnagione chiara e una risposta abbronzante che è particolarmente persistente e intensa nelle persone con pelle più scura. Quest'ultimo può esacerbare il melasma o altre forme di iperpigmentazione, condizioni che i tradizionali filtri solari ad ampio spettro non affrontano. "I pazienti dicono: 'Uso sempre la protezione solare ad ampio spettro, ma il mio melasma peggiora sempre in estate'", afferma il dott. Lim. "Questo perché quei filtri solari non proteggono dalla luce visibile."

    La protezione solare colorata a base di ossido di ferro o, più raramente, biossido di titanio pigmentato, può aiutare. La tinta non solo aggiunge protezione contro la luce visibile, ma mitiga anche la principale lamentela che le persone hanno da tempo avuto su alcuni filtri solari: non si strofinano facilmente e creano un aspetto cinereo e gessoso che è particolarmente evidente sulla pelle di colore. Entrambi sono elencati, tuttavia, come ingredienti inattivi, quindi assicurati di leggere le etichette complete.

  8. Migliora la tua protezione solare con un antiossidante. Alcune aziende stanno incorporando ingredienti antiossidanti nei loro filtri solari per aiutare a mitigare i danni causati dai radicali liberi generati dall'esposizione al sole. In passato, dice il dottor Lim, molti di questi antiossidanti non erano biologicamente attivi. Ma ora, dice, citando una ricerca che lui e colleghi hanno recentemente pubblicato nel Ufficiale dell'American Academy of Dermatology, "la tecnologia è tale che molti prodotti antiossidanti sono biologicamente attivi e i filtri solari che li contengono hanno dimostrato di mitigare l'iperpigmentazione indotta dalla luce visibile".

    Alcuni dermatologi consigliano ai pazienti di utilizzare un antiossidante autonomo, come un siero di vitamina C, sotto la loro normale crema solare al mattino per migliorare l'efficacia della loro protezione solare. La dottoressa Karen dice che puoi anche prendere in considerazione l'assunzione di un integratore antiossidante orale a base di un estratto di una pianta di felce sudamericana chiamata Polipodio leucotomo. Se stai facendo un'escursione o un campeggio (o stai correndo una maratona, come fa lei), questo può aiutare a ridurre il rischio di scottature e neutralizzare i radicali liberi che possono invecchiare la pelle. Spiega: "La pianta si è evoluta per produrre sostanze chimiche che la proteggono dagli effetti dannosi del sole".

  9. Tieni d'occhio l'indice UV. L'indice UV, calcolato dal National Weather Service e pubblicato online dall'Environmental Protection Agency (EPA), misura l'intensità della radiazione ultravioletta in un determinato luogo in numeri interi da 0 (di notte, quando non c'è affatto luce solare) fino a un massimo di 11 (radiazioni estreme, quando la pelle può bruciare in meno di 10 minuti). Anche se non dovresti mai saltare la protezione solare, conoscere l'indice UV nella tua zona (che dipende da una serie di fattori, tra cui la stagione, l'altitudine, lo stato dello strato di ozono e la copertura nuvolosa in ogni luogo) può aiutarti a capire il tuo rischio e consentirti di pianificare le tue attività di conseguenza e assicurarti di avere tutta la protezione solare di cui hai bisogno. Per trovare l'indice UV nella tua posizione, inserisci il tuo codice postale all'indirizzo il sito dell'EPA.
  10. Fai anche le altre cose! La protezione solare è fondamentale per proteggere la pelle esposta, ma ha dei limiti, incluso il fatto che la maggior parte delle persone non usa abbastanza del prodotto, perde le macchie e dimentica di riapplicare. Se ombra è disponibile, usalo. O portare un parasole. Barriere fisiche, incluso un cappello a tesa larga, Indumenti protettivi solari UPF e Occhiali da sole che bloccano i raggi UV sono alcuni dei modi migliori per proteggere la tua pelle.

Lorena Glennon è uno scrittore ed editore con sede a Brooklyn.

Presentato nel 2022 Skin Cancer Foundation Journal

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati