Notizie su sole e pelle

Chiedi all'esperto: un alto SPF protegge meglio la mia pelle?

A cura di Skin Cancer Foundation • 23 maggio 2023
bottiglia di filtri solari con informazioni spf

Q. Una crema solare con un SPF (fattore di protezione solare) elevato protegge la pelle meglio di una con un SPF inferiore? Quanto in alto dovrei andare?

A. Vorrei avere una risposta breve e semplice a questa domanda, ma è un po' complicata. Come dermatologo e fotobiologo, ho studiato gli effetti dannosi dell'ultravioletto del sole radiazioni (UV). sulla pelle, nonché come proteggersi da essi. Quindi posso guidarti attraverso alcuni punti importanti che ti renderanno anche più un esperto di protezione solare!

La luce ultravioletta è invisibile agli esseri umani, perché ha lunghezze d'onda più corte della luce che possiamo vedere. All'interno dello spettro UV, ci sono due tipi di raggi che possono danneggiare il DNA nelle cellule della pelle e portare al cancro della pelle. È importante proteggere la pelle da entrambi tipi:

  • Raggi UVB causare scottatura e svolgono un ruolo chiave nello sviluppo del cancro della pelle. Il numero SPF di una crema solare si riferisce principalmente alla quantità di protezione UVB che fornisce.
  • Raggi UVA causare danni alla pelle che portano all'abbronzatura, all'invecchiamento della pelle e alle rughe. Anche le lunghezze d'onda più corte dei raggi UVA contribuiscono alle scottature. È importante cercare le parole "ampio spettro" sull'etichetta di un prodotto, il che significa che ha ingredienti che possono proteggerti dai raggi UVA e UVB.

Cosa significa il numero SPF?

Il Numero SPF indica quanto tempo impiegherebbe la radiazione UV del sole ad arrossare la pelle durante l'utilizzo del prodotto esattamente come indicato rispetto alla quantità di tempo senza crema solare. Quindi, idealmente, con SPF 30 impiegheresti 30 volte più tempo a bruciare che se non indossassi la protezione solare.

Un SPF 30 consente a circa il 3% dei raggi UVB di colpire la pelle. Un SPF di 50 consente il passaggio di circa il 2% di quei raggi. Potrebbe sembrare una piccola differenza finché non ti rendi conto che l'SPF 30 consente il 50 percento in più di radiazioni UV sulla tua pelle.

In condizioni ideali (come in un laboratorio), una protezione solare con protezione SPF più elevata e la copertura ad ampio spettro offre una maggiore protezione contro scottature, danni UVA e danni al DNA rispetto a prodotti comparabili con valori SPF inferiori.

Ma, la vita reale non è come un laboratorio. Nella vita reale, i prodotti con SPF molto alti spesso creano un falso senso di sicurezza. Le persone che li usano tendono a stare al sole molto più a lungo. Potrebbero saltare la riapplicazione. E potrebbero pensare di non aver bisogno di cercare ombra, indossare un cappello o coprirsi con vestiti. Finiscono per subire molti più danni UV, il che, ovviamente, vanifica lo scopo.

Per le persone che hanno una storia o un alto rischio di cancro della pelle, malattie genetiche come albinismo o xeroderma pigmentoso o alcuni disturbi immunitari, SPF 50 potrebbe non essere sufficiente. Lo stesso vale per alcuni scenari, come l'escursionismo o lo sci in alta quota o le vacanze vicino all'equatore.

La Skin Cancer Foundation consiglia una protezione solare resistente all'acqua e ad ampio spettro con un SPF di 30 o superiore per qualsiasi attività all'aperto prolungata. Indipendentemente dall'SPF, tuttavia, è importante applicare un'oncia (due cucchiai) 30 minuti prima di uscire e riapplicarlo ogni due ore o subito dopo aver nuotato o sudato.

Oltre la protezione solare

A volte, quando fai una domanda, ti rendi conto che è la domanda sbagliata. Forse la domanda migliore sarebbe: "Qual è la migliore strategia complessiva per proteggere la mia pelle?"

Ecco la risposta: è importante non fare affidamento solo sui filtri solari ad alto SPF. Nessun singolo metodo di difesa solare può proteggerti perfettamente. La protezione solare è solo una parte vitale di una strategia che dovrebbe includere anche la ricerca dell'ombra e la copertura con indumenti, inclusi cappelli a tesa larga e occhiali da sole che bloccano i raggi UV.

Aggiornato a maggio 2023


Circa l'esperto:

Steven Q. Wang, immagine del profilo MDSteven Q. Wang, dottore in medicina, una tavola-dermatologo certificato e borsa di studio-chirurgo di Mohs addestrato, è il direttore medico di oncologia dermatologica e chirurgia dermatologica presso la famiglia Hoag Cancer Institute di Irvine, California. Uno del paese's principali autorità sul cancro della pelle rilevamento, trattamento e prevenzione, Dr. Wang è presidente della Skin Cancer Foundation Comitato di fotobiologia.

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati