Notizie su sole e pelle

Vestiti per proteggere: 5 cose che influenzano il modo in cui i tuoi vestiti bloccano i raggi UV

By Alì Venosa • August 9, 2023
abbigliamento-protezione solare

Alla Skin Cancer Foundation, ci piace dirlo l'abbigliamento è la prima linea di difesa contro il sole. I vestiti giusti offrono una protezione solare più sicura rispetto alla protezione solare, poiché le persone spesso non usano la protezione solare nel modo giusto (1 oncia applicata uniformemente su tutta la pelle esposta ogni giorno e riapplicata ogni due ore se sei esposto al sole). Ma non tutti i vestiti sono uguali.

In che modo diversi capi di abbigliamento influiscono sulla tua protezione? Come puoi essere sicuro che un pezzo blocchi efficacemente i raggi del sole? Tenendo presente la protezione solare, ecco cinque cose che dovresti considerare quando acquisti nuovi capi:

  1. Colore: Il colore dei tuoi vestiti può influire sul modo in cui ti protegge dai raggi UV. I colori scuri o luminosi, tra cui rosso, nero e blu navy, assorbono più raggi UV rispetto ai colori più chiari come bianchi e pastelli. Ad esempio, una maglietta bianca di cotone di tutti i giorni ha un UPF di solo circa 5. Come regola generale, più intensa è la tonalità, migliore sarà la protezione fornita dall'abbigliamento.
  2. Costruzione: Come il colore, il materiale, la trama e la trama dei tuoi vestiti possono influire sulla loro capacità di protezione dai raggi UV. Le fibre sintetiche e semisintetiche come il poliestere o il rayon sono le scelte migliori per la protezione solare, così come i tessuti densi, pesanti e a trama fitta come la lana, il denim o il velluto a coste. All'estremità opposta dello spettro ci sono i tessuti naturali e leggeri (si pensi: cotone sbiancato o raffinato, crêpe e seta), che tendono ad essere più sottili e lasciano passare più luce.donna-abbigliamento-sole
  3. UPF: Alcuni abbigliamento è realizzato appositamente per fornire protezione solare e viene fornito con un fattore di protezione dai raggi ultravioletti (UPF). Questa classificazione funziona per l'abbigliamento quasi come una classificazione SPF per la protezione solare: ti dà un'idea di quanto bene un prodotto proteggerà la tua pelle dai dannosi raggi UV. Il numero indica quale frazione dei raggi UV del sole può penetrare nel tessuto. Ad esempio, una maglietta con un UPF di 50 consentirebbe solo 1/50th della radiazione UV del sole per raggiungere la pelle.
  4. Misura È abbastanza ovvio che più pelle copri, più sei protetto. Può essere facile dimenticare che la stessa cosa vale per i cappelli! Il migliori cappelli per la protezione solare avere una tesa larga (3 pollici o superiore). Sono un ottimo modo, insieme agli occhiali da sole con filtro UV, per integrare l'uso quotidiano della protezione solare per proteggere il viso dai raggi UV e possono anche aiutare a proteggere punti facili da dimenticare come la parte superiore delle orecchie e il cuoio capelluto. Cerca un cappello a trama fitta come un fedora, piuttosto che, ad esempio, un cappello di paglia a trama larga che permetta ai raggi UV di passare attraverso le sue aperture. 
  5. Vestibilità: Può sembrare controintuitivo, ma una vestibilità più ampia offre una protezione migliore rispetto a un abbigliamento super aderente! Se un pezzo è troppo stretto, la tensione può causare l'allungamento o la lacerazione delle fibre del tessuto, consentendo a più raggi UV di passare attraverso il materiale. Non dimenticare di controllare anche la vestibilità dei tuoi occhiali da sole: un paio che ti scivola sul naso lascia gli occhi a rischio di danni del sole. Cerca occhiali da sole robusti con lenti larghe che coprano il più possibile gli occhi, le palpebre e la maggior parte delle aree circostanti.

Ricorda, nessun singolo tipo di protezione solare è completo in sé e per sé; La Skin Cancer Foundation consiglia di utilizzare indumenti, protezione solare, cappelli, occhiali da sole e ombra insieme per la sicurezza del sole a tutto tondo.

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati