Notizie su sole e pelle

Pelle sana: fatta all'ombra?

A cura di Skin Cancer Foundation • 18 gennaio 2019
fuori-ombra

Jane Austen aveva decisamente capito qualcosa quando scrisse: "Sedersi all'ombra in una bella giornata e guardare il verde è il ristoro più perfetto". Ci sono poche cose migliori che riposare sotto un albero o sdraiarsi su un portico ventilato in una giornata calda. L'ombra non solo ti dà una tregua dal caldo, ma può anche aiutarti a proteggerti dai dannosi raggi ultravioletti (UV) del sole, che possono causare danni alla pelle e portare a cancro della pelle.

Shade sembra abbastanza semplice. (Trova un albero, siediti sotto di esso - cosa c'è di così difficile in questo?) Quando si esplora la protezione solare, tuttavia, non è così chiaro come si potrebbe pensare: non tutte le strutture ombreggianti sono uguali e il livello di protezione solare offerto può variare molto. La prossima volta che pensi all'ombra, considera quanto segue:

L'ombra non è abbastanza

Ti sei mai seduto in spiaggia tutto il giorno con un ombrellone sopra la testa? In tal caso, probabilmente hai dovuto riposizionare l'ombrello più volte per assicurarti di ottenere ancora un'adeguata copertura dai raggi del sole mentre si sposta nel cielo. Il sole non rimane fermo a lungo e questo può rappresentare una sfida unica per molte strutture ombreggianti. Alberi e tende da sole possono fornire una certa copertura quando il sole è direttamente sopra la testa, ma meno quando sorge e tramonta, consentendo ai raggi del sole di colpirti da diverse angolazioni.

Nessuna struttura ombreggiante può proteggerti completamente dall'esposizione indiretta a Radiazioni UV, il tipo che si verifica quando i raggi UV rimbalzano su superfici riflettenti come acqua, sabbia, cemento e persino neve. Sotto un ombrellone, potresti ricevere meno radiazioni UV dirette, ma sei comunque circondato da sabbia che riflette i raggi UV su tutti i lati della tua sedia a sdraio o coperta. A causa di queste limitazioni, l'ombra non è sufficiente per proteggerti. In realtà, è solo un componente di una strategia completa di protezione solare che include l'uso quotidiano di una crema solare ad ampio spettro con un SPF di 15+ (30+ se trascorri molto tempo all'aperto), indumenti protettivi dai raggi UV, un ampio- cappello a tesa larga e occhiali da sole con protezione dai raggi UV.

Non tutte le ombre sono uguali

I fattori che determinano l'efficacia di una struttura ombreggiante nel fornire protezione solare includono:

Dimensioni della struttura: Le aree ombreggiate più grandi, come un portico avvolgente o una grande tenda da sole, offrono una protezione maggiore rispetto a quelle piccole, come un ombrellone.

Materiale: Quando cerchi un nuovo ombrellone o tenda da sole, assicurati di guardare il fattore di protezione dai raggi ultravioletti (UPF) sull'etichetta. Qualsiasi tessuto utilizzato in una struttura ombreggiante dovrebbe avere un UPF di 30 o superiore. Cerca i nostri fidati Sigillo di Raccomandazione mentre consideri le tue opzioni.

Densità della protezione ombreggiante: Un portico o lanai con un tetto solido fornisce una protezione solare più consistente dall'alto rispetto ai rami frondosi di un albero, che si spostano nella brezza e consentono al sole di penetrare.

Vicinanza a edifici o altre strutture ombreggianti: Un singolo albero fornirà meno protezione dai raggi UV di un albero circondato da altri alberi in una fitta foresta. Allo stesso modo, un lato ombreggiato della strada in una città fornisce una maggiore protezione solare quando gli edifici sono alti e fitti. Questo perché le strutture circostanti possono aiutare a bloccare una parte maggiore del cielo, riducendo l'esposizione sia diretta che indiretta.

Protezione laterale: Come descritto sopra, i raggi UV possono raggiungere la pelle rimbalzando sulle superfici riflettenti. Le strutture ombreggianti con protezione laterale, come quelle eleganti tende da spiaggia che sono diventate popolari negli ultimi anni, offrono una protezione migliore rispetto alle strutture senza pareti o drappeggi laterali.

Comprendiamo che non sei sempre tu ad acquistare la struttura ombreggiante in cui ti ritrovi nascosto durante una giornata di sole. In questi casi, una buona regola pratica è prendere nota della quantità di cielo aperto che si può vedere da sotto la struttura ombreggiante. Meno cielo si vede, meglio è (ma un po' di verde è sempre ben accetto).

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati