Notizie su sole e pelle

Continua a giocare, Jimmy Buffett

Di Stephanie Dolgoff • 28 maggio 2024
Illustrazione di Jimmy Buffett

I suoi fan lo adoravano per lo stile di vita spensierato e senza preoccupazioni che sposava. Ora il suo enorme seguito gli ha dato un ruolo postumo come divulgatore del cancro della pelle.  

Scommetto che hai sperimentato la tua versione di questo: sono in macchina, in un bar o ad un evento, con la musica a tutto volume, occupato con i miei pensieri distratti. Poi si fanno strada i primi accordi di chitarra di “Margaritaville”. Ancor prima che venga cantato il primo testo, trabocca una felice attesa. In parte mi viene in mente la mia infanzia alla radio pop AM degli anni '1970, prima che le mie preoccupazioni e responsabilità da adulta prendessero il sopravvento. 

Ma soprattutto, so che quello che sta per accadere è una cosa rara e meravigliosa, specialmente nella nostra era di divisione: tutti quelli a portata d'orecchio stanno per iniziare a cantare: ragazzi e ragazze, vecchi e relativamente giovani, anche snob della musica strabilianti che recitano come se partecipassero ironicamente ma segretamente lo adorassero. Molti di noi non riescono a portare una melodia, ma non importa. Per i prossimi minuti, almeno, canteremo tutti letteralmente la stessa canzone. 

“Sgranocchiare il pan di spagna
Guardare il sole cuocere
Tutti quei turisti ricoperti d’olio…”

CMT presenta Jimmy Buffett & Friends: Live from the Gulf Coast - Show

Rick Diamond/Getty Images per CMT
Bis, bis: Jimmy Buffett tocca una folla devota sulla spiaggia di Gulf Shores, in Alabama, nel 2010.

La terza riga di "Margaritaville" farà rabbrividire i lettori di questo sito Web, come dovrebbe. Ma nel 1977, quando il successo rivoluzionario di Jimmy Buffett arrivava attraverso le radio a transistor sulle spiagge di tutto il paese, un L'abbronzatura "profonda, scura" era l'anello di ottone. (Ho mescolato lo iodio nell'olio per bambini per macchiarmi la pelle; non ha funzionato.)  

Il mondo intero era in ritardo Festa dell'SPF. La misurazione del fattore di protezione solare non è diventata standard fino agli anni '1980, e solo negli anni '90 i negozi hanno venduto formulazioni con SPF 15 o 30. Ora sappiamo come proteggere la nostra pelle dai dannosi raggi ultravioletti (UV) del sole. raggi; Buffett ha elencato la protezione solare come essenziale nel suo bestseller del 1998 Un pirata ne dimostra cinquanta, lanciando in seguito una linea di creme solari come parte del suo colosso commerciale a Margaritaville. Ma come troppe persone, Buffett ha sviluppato un cancro alla pelle - nel suo caso si chiamava una forma rara e aggressiva Carcinoma a cellule di Merkel. Tragicamente, dopo quattro anni di trattamento, Buffett morì a causa di questa malattia aggressiva il 1° settembre 2023, all’età di 76 anni. 

“Poeti del Paradiso”

Le effusioni di rispetto e amore di grandi nomi da parte di uno spettro di superstar che abbracciano tutti i generi potrebbero essere state una sorpresa per le persone che lo consideravano molto tempo fa foraggio per il karaoke. Tuttavia, Paul McCartney (che si è esibito nel disco postumo di Buffett), Kenny Chesney, LL Cool J, Sammy Hagar, Elton John e Sheryl Crow sono solo alcuni dei pochi che lo hanno elogiato come musicista, cantautore e essere umano gentile e generoso a tutto tondo. Il presidente Biden lo ha definito “un poeta del paradiso… che ha ispirato generazioni a fare un passo indietro e trovare la gioia nella vita e l’una nell’altra”. (Nell’ottobre del 2023, il Senato degli Stati Uniti ha addirittura approvato all’unanimità una risoluzione per onorare il cantante.) Forse il suo vecchio amico James Taylor ha spiegato meglio il concetto quando ha postato su Instagram: “@JimmyBuffett ha inventato il suo personaggio, che, in un certo senso, tutti noi fare: inventare, assemblare, ereditare o cadere nella nostra identità interiore. Ma Jimmy era il fondatore di una vera e propria tribù: decine di migliaia di noi si recavano dove teneva corte, solo per stargli vicino”. 

Jimmy Buffett in mare

Archivi Michael Ochs / Getty Images
Adoratore del sole: Il “figlio di un marinaio” si rilassava sulla sua barca a vela a Key West a metà degli anni '1970.

Taylor non stava scherzando. I fan occasionali potrebbero non rendersi conto che aveva un seguito simile ai Grateful Dead, soprannominato "Parrotheads" da un membro del gruppo di Buffett, Coral Reefer Band. Buffett, che ha pubblicato un totale di 53 album, è stato in tournée fino a quando la sua salute lo ha reso impossibile l'anno scorso. Le teste di pappagallo spesso affollano gli spettacoli indossando camicie hawaiane, copricapi piumati, pinne di squalo e gonne di erba sul portellone posteriore, anche in luoghi senza sbocco sul mare. "Alcuni hanno portato gigantesche sabbiere per simulare la spiaggia e hanno continuato i festeggiamenti alcolici dopo la fine dei concerti," Il Washington Post ha scritto. Hanno persino il loro vocabolario: "Pinne su!" è il saluto standard, un riferimento alla canzone di Buffett del 1979, "Fins". Questa comunità, unita non solo dalla sua musica ma dallo stile di vita rilassato e da spiaggia che è arrivato a rappresentare, ha generato reti di relazioni, fan club e gruppi di volontari che lavorano per portare avanti cause che ritengono incarnino l'etica di Parrothead. 

Naturalmente, i suoi fan sono rimasti devastati dalla sua morte. "Nessun artista, passato, presente o futuro, avrà un impatto sulla mia vita in un modo così positivo e incredibile", ha scritto un fan su JBNews.com, un forum per fan devoti. (Questo appassionato ha assistito a 67 concerti.) “Sail on Jimmy. E grazie." Un altro poster riportava di indossare merch di Jimmy Buffett il giorno in cui venne a sapere della sua scomparsa e di avere dei completi sconosciuti, anch'essi devastati, venuti a piangere con lui; altri hanno espresso gratitudine per gli amici intimi che avevano stretto agli spettacoli di Buffett e per aver cresciuto i loro figli con la sua musica tramite il canale Radio Margaritaville SiriusXM di Buffett. 

Altri ancora parlavano del salutare effetto psicologico che il lavoro di Buffett aveva avuto su di loro. "Come molti di voi, l'inverno è una dura lotta per me", ha scritto Finnsaremorefun, che si stava preparando per assistere al 18esimo spettacolo prima della triste notizia. "È una sfida mentale più che fisica, e sono stati i libri, le storie, la musica e l'attesa di Jimmy per ogni tour estivo che mi hanno aiutato a superare quei mesi difficili." 

Magnate musicale

Foto di Jimmy Buffett

Archivi Michael Ochs / Getty Images
Down to Earth: Un giovane Buffett catturato con la sua chitarra nel 1970.

Jimmy Buffett non è nato come il "trovatore tropicale", ovviamente, anche se i racconti d'alto mare raccontati da suo nonno, capitano della nave, lo affascinavano. Cresciuto tra il Mississippi e l'Alabama, Buffett si è trasferito a Nashville dopo il college per dedicarsi alla musica. Quando le cose non andarono davvero bene e con il suo breve primo matrimonio in crisi, si recò a Key West nel 1971. La città della Marina non ancora costruita gli sembrava come a casa, e scrisse canzoni sull'atmosfera rilassata del posto, le persone che attirava e alcuni dei personaggi più frivoli che aveva incontrato lì, cantando nei bar di notte mentre lavorava di giorno sui pescherecci per pagare le bollette. 

 Il suo mix di folk, country e rock con un tocco di Calypso gli stava facendo guadagnare un seguito. Nel 1973, iniziò a pubblicare album, alcuni dei quali contengono canzoni che i suoi fan adorano, anche se non ne sapevano nulla fino a quando le sue canzoni più popolari non arrivarono in onda. ("Come Monday" arrivò al numero 30 della Billboard Hot 100 nel luglio 1974, e la Coral Reefer Band riuscì ad aprire per gli Eagles.) 

 Ma fu “Margaritaville” nel 1977, una composizione semplice che raggiunse l’ottava posizione nelle classifiche, che portò a Buffett soldi e ampio riconoscimento. La canzone è stata persino inserita nel registro nazionale delle registrazioni della Library of Congress per il suo significato culturale. Nel 8, dopo che la catena di ristoranti Chi-Chi's tentò di chiamare uno dei loro drink “Margaritaville”, e anche se i titoli delle canzoni non possono essere protetti da copyright, Buffett fece causa e vinse, sostenendo con successo che “Margaritaville” è sinonimo di lui.  

 È così che è iniziato il suo impero. Dopo aver dato il nome a un resort e ristorante di Key West, Buffett alla fine assunse un socio in affari. Al momento della sua scomparsa, Margaritaville Holdings comprendeva 29 ristoranti, oltre 35 bar, tra cui Air Margaritaville negli aeroporti e bar "It's 5 o'Clock Somewhere", oltre a casinò, hotel e all-inclusive, crociere marittime e persino Latitudes, che sono tre comunità di pensionati che includono Fins Up! centri fitness e teatri Last Mango. ("Last Mango in Paris" è il titolo di una canzone del 1985.) "È come essere al college, ma con i soldi e senza dover studiare", ha detto un residente di Daytona Beach Latitudes Il newyorkese. "Hai un dormitorio fantastico, non devi mai andare a lezione e c'è sempre una festa." 

 Nel frattempo, Buffett ha continuato a esibirsi e registrare (ha ottenuto un successo n. 1 quando ha cantato con Alan Jackson in una cover di "It's 5 O'Clock Somewhere" di Buffett). Ha anche scritto diversi bestseller nel corso degli anni, entrambi di narrativa. e non-, e si è cimentato in un musical di Broadway. Buffett, stimato da Forbes per valere 1 miliardo di dollari, è stato anche coinvolto in cause di beneficenza, come Singing for Change, Save the Manatee Club (di cui è stato cofondatore) e Last Mango Boatworks, a cui ha donato i proventi dell'abbigliamento Jimmy Buffett. I suoi fan continuano a "fare festa con uno scopo" [su phip.com, abbreviazione di Parrot Heads in Paradise, Inc.] per raccogliere fondi per queste e altre organizzazioni. "Vedi, non si è mai trattato di bere, come tante persone liquidano con nonchalance Buffett", ha scritto MDShark70, un Parrothead del Maryland che ha visto 108 concerti. "Era il 'barbone da spiaggia' che lavorava più duramente che tu abbia mai visto." 

Ancora dando

Aggiungete all'eredità musicale e alla gioia di Buffett il fatto che la sua morte senza dubbio salverà vite umane indirizzando l'attenzione sul carcinoma a cellule di Merkel (noto anche come MCC). Sue Manber, tra molte altre cose una paziente sostenitrice, diceva di essere una sopravvissuta al MCC. "Ora dico che sono una sopravvissuta al raro cancro della pelle di cui è morto Jimmy Buffett", dice. Manber attualmente ricopre il ruolo di Chief Patient Officer per Publicis Health, una delle principali società di comunicazione sanitaria, e lavora a stretto contatto con The Skin Cancer Foundation per aumentare la consapevolezza di MCC e rischio complessivo di cancro della pelle 

Premiere di "Jurassic World" della Universal Pictures - After Party

Kevin Winter / Getty Images
Sono le 5 da qualche parte: Buffett porta la sua atmosfera da spiaggia a una festa del 2015 a Los Angeles dopo la première di un film a Hollywood.

I riflettori di Buffett sono ora puntati su MCC. Palmettopirate, un fan di 76 anni della Carolina del Sud, ha visto recentemente il suo dermatologo. "Stamattina ho chiesto alla dottoressa se le fossero state poste molte domande sulla cellula Merkel da quando Jimmy è morto", ricorda su JBnews.com. “E ho appena detto Jimmy. Era come Elvis. Ha capito subito di chi stavo parlando. E non so nemmeno se sia una fan. Ma ha detto che le veniva chiesto più volte al giorno.   

Le prove del suo impatto sono più che aneddotiche. Il sito web della Skin Cancer Foundation ha registrato un enorme aumento di traffico nel giorni dopo la morte di Buffett, ed è rimasto elevato. La settimana in cui fu rivelata la causa della morte di Buffett, il sito vide mezzo milione di visitatori, contro i tipici 150,000. Di solito le pagine più visitate contengono informazioni sui tumori della pelle più comuni, ma 120,000 persone hanno visitato le pagine Pagina Panoramica del Centro clienti, rispetto ai soli 1,600 della settimana prima. E le informazioni del sito venivano condivise sui social media a un ritmo elevato. 

Nel 2012, la figlia di Manber ha notato una crescita simile a un brufolo sul naso di sua madre e Manber non ha perso tempo a farlo controllare. Chiamandola con i risultati della biopsia la vigilia di Capodanno, "Il medico mi ha detto di sedermi", ricorda. “Ha detto: 'Hai una forma rara, aggressiva e mortale di cancro della pelle. Avrai bisogno di cure significative.'” Dopo sette interventi chirurgici, radiazione più chemioterapia, Manber ha sfidato le probabilità senza alcuna evidenza di malattia per molti anni, una rara storia di successo considerati i trattamenti disponibili quando le è stata diagnosticata.  

Come per tutti i tumori della pelle, la diagnosi precoce è fondamentale e se non si sa nemmeno che esista una malattia, è improbabile una diagnosi precoce. “Le opzioni di trattamento ora ti do molta più speranza rispetto a solo 11 anni fa, quando mi fu diagnosticata la malattia", afferma Manber, che aggiunge che "il suo sogno" sarebbe quello di organizzare controlli gratuiti della pelle nelle proprietà di Margaritaville in tutto il paese. “La sua scomparsa è una notizia terribile, una tragedia”, dice, “Ma dovremmo sempre trovare il lato positivo e, dato il potere del suo marchio e l’impatto che ha avuto sulla sua enorme base di fan, se potesse aiutare ognuno dei suoi i tifosi riducono il rischio, penso che lui sarebbe stato d’accordo”.  

Da quello che i suoi amici e fan hanno detto di quest'uomo, sembra sicuramente così. Jimmy Buffett sarà ricordato per la gioia e la comunità che ha portato attraverso la sua musica e per il modo in cui i suoi paradisi di Margaritaville offrono alla gente un modo per rilassarsi in infradito e sorseggiare un drink sull'ombrellone quando la vita reale si allontana troppo dalla spiaggia. Chiesto nel 2020 da Rolling Stone come vorrebbe essere ricordato, ha risposto: “Direi che 'Si è divertito e ha reso felici molte persone' sarebbe bello. Sì, sarebbe una buona cosa. 


CIRCA L'AUTORE:

Stefania Dolgoff è un giornalista specializzato in salute e stile di vita vivere a New York. Preferisce la montagna alla spiaggia ma non rifiuta mai un drink sotto l'ombrellone. 

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati