Notizie su sole e pelle

5 modi subdoli in cui ti esponi ai raggi UV del sole

By Alì Venosa • 21 giugno 2022
subdoli raggi UV

L'estate è arrivata e con essa arriva più tempo all'aria aperta. Ci sono occasioni come escursioni e gite in spiaggia in cui sei più consapevole di aver bisogno protezione solare, poiché puoi vedere e sentire i raggi del sole che brillano. Ma queste non sono le uniche volte raggi ultravioletti (UV). colpire la tua pelle. Ci sono alcune situazioni più subdole in cui le radiazioni UV possono raggiungerti, ed è altrettanto importante proteggersi da potenziali danni alla pelle in questi periodi come nei giorni di sole.

1. Al lavoro

Se lavori al chiuso, potresti pensare di essere al sicuro dai raggi del sole mentre sei in orario. Non così in fretta: lavori vicino a una finestra? Se è così, Raggi UVA vengono a lavorare con te. Raggi UVB, i raggi primari delle scottature, sono in gran parte bloccati dal vetro; ma oltre il 50 per cento dei raggi UVA, la causa principale dell'invecchiamento precoce della pelle, può penetrare nel vetro. (Sia i raggi UVA che UVB contribuiscono allo sviluppo del cancro della pelle.) Se ti trovi ovunque a pochi metri dalla finestra, i raggi ti raggiungeranno.

2. Durante il viaggio

Stai guidando fuori città per un weekend fuori porta. Sai che avrai bisogno della crema solare quando arrivi a destinazione... ma sei protetto per il viaggio? Per legge, i parabrezza anteriori sono trattati per filtrare la maggior parte dei raggi UVA, ma generalmente i finestrini laterali e posteriori non lo sono.

Prendi in considerazione l'installazione di una protezione professionale pellicole per vetri (sia in auto che a casa), ma controlla prima le normative locali. E se stai volando verso la tua vacanza, tieni presente che il sole entra anche dai finestrini dell'aereo. In effetti, questa esposizione al sole potrebbe essere più forte dell'esposizione che si ottiene a terra (ne parleremo tra poco).

Se non installi la pellicola per vetri in auto oa casa, è più sicuro indossare creme solari e indumenti protettivi dal sole proprio come faresti all'aperto.

3. Nei giorni di pioggia

Piove a dirotto ed è così nuvoloso che non riesci nemmeno a vedere il sole, quindi non devi preoccuparti della protezione solare, giusto? Sbagliato! Solo perché non riesci a sentire il sole che picchia non significa che non sei a rischio di esposizione ai raggi UV. I raggi UVA possono penetrare attraverso nuvole, pioggia e nebbia, lasciandoti esposto. Tieni anche presente che i temporali estivi possono passare rapidamente, quindi quando il cielo si schiarisce, potresti essere colto inaspettatamente dal sole.

4. Al salone di bellezza

Andare al salone di bellezza per un mani-pedi? Fai attenzione a sederti sotto l'asciugatrice. Alcuni lampade per unghie sono chiamate lampade “UV” e alcune sono chiamate lampade LED, ma entrambe emettono radiazioni UV (prevalentemente UVA). Sebbene queste lampade presentino solo un rischio moderato, è meglio evitare di usarle se possibile. Se stai preparando una gel manicure, applica la protezione solare sulle mani 20 minuti prima di metterle sotto l'asciugatrice. Se stai ricevendo una manicure regolare, la scommessa più sicura è lasciare asciugare le unghie all'aria in modo naturale o vedere se il tuo salone ha un mini-ventilatore che puoi usare.

5. In cima a una montagna

Trascorri le tue vacanze estive in comunione con la natura? Se ti stai preparando a "scalare ogni montagna", dovrai mettere in valigia gli indumenti protettivi e la crema solare. In effetti, i raggi del sole sono più forti a elevazioni più elevate - L'esposizione alle radiazioni UV aumenta dal 4 al 5 percento ogni 1,000 piedi sopra il livello del mare. La minaccia è ancora maggiore nei climi invernali, quando i raggi UV si riflettono sul ghiaccio e sulla neve, colpendo la tua pelle una seconda volta. Assicurati di riapplicare il tuo protezione solare almeno ogni paio d'ore, e copriti. Allora vai a vivere il tuo momento Fraulein Maria.

 

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati