Notizie su sole e pelle

Le migliori tendenze nella protezione della pelle

By Krista Bennett DeMaio • 18 maggio 2023


La protezione solare sta avendo un "bagliore", un termine sui social media che significa restyling o trasformazione. SERUM-piace formule, tinte che si adattano meglio alla tua pelle tono e trattamento multitasking creme solari sono solo alcuni degli alti-opzioni tecnologiche adesso. Le nostre esperti fornire informazioni su , il con i più recenti innovazioni per aiutare a proteggere la pelle dal sole.

Se potessi prevenire il cancro al seno indossando qualcosa di protettivo, lo faresti, giusto? Bene, il potentemente efficace creme solari oggi sul mercato può prevenire i danni al DNA che possono portare al cancro della pelle. Ma per molte persone, specialmente per le giovani generazioni, la malattia potenzialmente debilitante e persino mortale sembra una minaccia lontana e improbabile. Quindi, come motiviamo le persone a indossare regolarmente la protezione solare? È una domanda con cui dermatologi e marchi di prodotti solari si confrontano da anni. Dopo un attento monitoraggio del comportamento dei consumatori e le tendenze, stanno imparando che la risposta è: bellezza! Si scopre che usando protezione solare regolarmente aiuta a mantenere la tua pelle più giovane e vibrante. In un certo senso, è la fonte della giovinezza.

Sì, questo significa segni di danno solare — rughe, macchie brune, vasi sanguigni rotti, pori dilatati, ecc. — e i poteri preventivi della protezione solare. "Dico ai miei pazienti che stanno spendendo molto tempo e denaro sui laser per sbarazzarsi dei danni del sole e delle neurotossine per ridurre le rughe che se indossano la protezione solare ogni giorno, in primo luogo prevengono molti di quei danni." afferma la dermatologa di New York City e chirurgo di Mohs Elizabeth K. Hale, MD. Significa anche introdurre di nascosto filtri ultravioletti (UV) in prodotti alla moda, belli ed esteticamente eleganti che non sembrano creme solari. Perché gli esperti sanno che la migliore protezione solare è quella che indosserai quotidianamente. Formule leggere come un siero, gamme di tinte più inclusive e trucco con SPF per le aree spesso trascurate sono solo alcune delle innovazioni che stiamo vedendo. Bonus: queste opzioni high-tech stanno monitorando con i giovani e sui social media, il che potrebbe significare meno cancro della pelles in futuro.

La protezione solare è di tendenza

Mentre i social media possono diffondere alcuni cattivi consigli sulla cura della pelle (crema solare fai-da-te? Non provarla a casa), c'è stato un punto luminoso per la prevenzione del cancro della pelle: maggiore attenzione ai prodotti che contengono protezione solare. E sembra che i Gen Z-ers (quelli nati tra il 1997 e il 2012) stiano ricevendo il messaggio. Secondo la società di ricerca NPD, i consumatori della Gen Z di età compresa tra 13 e 24 anni preferiscono i marchi approvati da un medico. Inoltre, un rapporto sulla bellezza di Kyra, un'azienda creativa globale che collega marchi e influencer, ha osservato che la cura della pelle è la priorità principale della generazione Z, con la protezione solare al secondo posto tra i prodotti di cui non possono fare a meno nella loro routine quotidiana.

La dottoressa Hale e sua sorella, la dermatologa Julie K. Karen, MD, specializzata in chirurgia di Mohs e dermatologia cosmetica, praticano insieme presso CompleteSkinMD nell'Upper East Side di Manhattan. Entrambi hanno interpolazioni "ossessionate" dalla cura della pelle, che attribuiscono al potere dei social media. (Anche avere mamme dermatologo potrebbe avere qualcosa a che fare con questo.) "Anche se non è necessariamente l'argomento più caldo per questa fascia di età, penso che ci sia un'opportunità di utilizzare i social media e gli influencer per educare i giovani sull'importanza della protezione solare, " dice il dottor Hale.

"Come dermatologi", interviene la dottoressa Karen, "ci preoccupiamo per i social media che diffondono informazioni false e per i bambini che hanno reazioni da prodotti irritanti. Ma insegnare ai giovani abitudini sicure al sole è sempre una buona cosa.

La "Skinificazione" dei prodotti solari

Il termine "skinificazione" significa utilizzare ingredienti per la cura della pelle in altre categorie come la cura dei capelli. E mentre protezione solare è sempre stato creato per la tua pelle, sta diventando più sofisticato in termini di formulazioni, offuscando i confini tra ciò che è un prodotto per la cura della pelle e protezione solare. "Adesso puoi ottenere tutto in uno - ingredienti idratanti, antiossidanti ed enzimi riparatori - con un livello SPF piuttosto alto, che rende facile il multitasking", afferma il dott. Hale. Dà la priorità ai filtri solari che contengono antiossidanti per offrire protezione contro i radicali liberi, che sono molecole di ossigeno instabili create da Esposizione ai raggi UV che si attaccano alle cellule sane, causando danni. La ricerca supporta antiossidanti topici come le vitamine C ed E per neutralizzare i radicali liberi e gli studi hanno dimostrato che sono ancora più efficaci se combinati. Al dottor Hale piacciono anche i filtri solari che includono la niacinamide, un antiossidante che aiuta anche a idratare e ridurre l'infiammazione della pelle.

La dottoressa Karen cita un'altra importante tendenza negli ingredienti delle creme solari: gli enzimi di riparazione del DNA. "Questi sono enzimi come la fotoliasi e la superossido dismutasi che riconoscono e riparano immediatamente i danni al DNA", spiega, "quindi non si accumulano o progrediscono nel cancro della pelle". Il meccanismo è diverso da quello degli antiossidanti, che agiscono neutralizzando i radicali liberi prima che danneggino il DNA.

L'iperpigmentazione - macchie scure della pelle causate dall'esposizione al sole - può essere una preoccupazione per le persone di colore. La protezione solare quotidiana, ora colorata in una gamma più ampia di sfumature, può aiutare a ridurre al minimo il problema. Credito: Jay Yuno/E+/Getty Images

Formule per sentirsi meglio

I filtri solari avevano la reputazione di essere spessi, appiccicosi e unti. Questo è cambiato. Ora sono disponibili formulazioni ultraleggere, oli solari setosi, sieri e opzioni a base di gel, ideali per chi ha la pelle grassa o a tendenza acneica. "Queste formule non trattano necessariamente l'acne, ma possono essere non comedogeniche, il che significa che non infiammeranno e aggraveranno la tua acne", afferma la dottoressa Karen. E non sono solo gli adolescenti e le donne esperti di bellezza che gravitano verso queste formule delicate sulla pelle. "Agli uomini in genere non piace la sensazione di una crema idratante cremosa, quindi le formulazioni in gel e senza olio possono attrarli più delle lozioni", afferma.

Quindi, in che modo i marchi di cosmetici e prodotti solari fanno sentire i prodotti più piacevoli sulla tua pelle? Rhonda M. Davis, una chimica cosmetica che lavora nello sviluppo di prodotti a Mobile, in Alabama, ed è molto ricercata dai media per la sua visione dei beni di consumo, indica i booster e gli esaltatori di SPF, ingredienti aggiunti ai prodotti per la protezione solare per renderli più efficaci e migliorare l'usura e la sensazione della formula. I booster sono polveri e ingredienti di riempimento rivestiti con ingredienti attivi nelle creme solari che soddisfano le normative FDA. I chimici li combinano quindi con "materiali a base vegetale simili al silicone" per far scivolare meglio la formula e renderla setosa sulla pelle. A occhio nudo, queste polveri sembrano, beh, polvere, ma al microscopio assumono forme diverse che funzionano per migliorare la finitura e la sensazione. "Alcuni sono sferici e conferiscono ai consumatori un aspetto morbido e aerografato, mentre altri sono piatti e più a forma di piattino, come le piastrine del sangue, che fanno aderire meglio il prodotto alla pelle", afferma Davis.

La sensazione di un prodotto e le sue prestazioni sono importanti per gli atleti e gli appassionati di attività all'aria aperta, che affermano che la loro protezione solare si esaurisce troppo rapidamente. "La vera innovazione sono stati i migliori polimeri filmogeni, che aiutano la protezione solare ad aderire alla pelle", afferma Perry Romanowski, un chimico cosmetico con sede a Chicago, rinomato esperto del settore della protezione solare e fondatore del blog Chemists Corner, dove interrompe concetti e ingredienti importanti nelle formulazioni cosmetiche. Questi polimeri possono anche aiutare a eliminare quella sensazione di unto, dice. Davis è particolarmente entusiasta di un polimero filmogeno naturale, approvato a livello globale, ecologico e non tossico per la vita acquatica, ma che si comporta anche come i principali polimeri sintetici.

Anche la parte superiore della tua testa viene colpita dal sole e ora ci sono formule migliori per proteggerla di conseguenza. "Il tuo cuoio capelluto è esposto ogni giorno, quindi le persone con i capelli radi e gli uomini senza capelli hanno un alto tasso di cellule squamose del cuoio capelluto carcinoma, un cancro della pelle più correlato all'esposizione solare cronica e cumulativa ", afferma la dott.ssa Karen. Mentre i cappelli offrono la migliore copertura, ora ci sono filtri solari mirati per il cuoio capelluto che non lasciano i capelli unti. Cerca formule con creme solari ad ampio spettro. (Suggerimento: vedrai la casella dei dati sui farmaci della FDA sull'etichetta.) Esistono anche prodotti per capelli che contengono altri filtri UV progettati per impedire che il colore dei capelli sbiadisca al sole, ma questi non faranno nulla per proteggere la pelle sul tuo cuoio capelluto.

Trucco reso migliore

Il trucco con protezione solare non è nuovo. È più comune che non vedere una fondazione che elenca un numero SPF e/o una protezione ad ampio spettro sull'etichetta. I filtri UV nel tuo trucco sono gli stessi che troverai nella tua crema solare da spiaggia, ma i dermatologi mettono in guardia dall'usare il trucco con SPF come unica fonte di protezione della pelle. "È sempre stata una nostra seccatura, perché sappiamo che non stai applicando abbastanza trucco per ottenere una protezione significativa", afferma il dott. Hale. (Per il tuo viso, la raccomandazione è una quantità di nichel - un sacco di fondotinta.) Quindi, applica prima la tua normale crema solare o crema solare idratante. Quindi applica il trucco con SPF come bonus o prova le polveri solari colorate o traslucide da riapplicare durante il giorno.

Tuttavia, i dermatologi sono entusiasti del trucco con protezione solare per due aree chiave che la maggior parte delle persone salta con la protezione solare tradizionale: palpebre e labbra. I nuovi ombretti in crema e in polvere formulati con crema solare possono aiutare a proteggere la pelle delicata delle palpebre (si stima che dal 5 al 10 percento dei tumori della pelle si verifichino sulle palpebre). Per la protezione delle labbra, il Dr. Hale suggerisce di applicare il colore delle labbra con SPF 30 o superiore per proteggere la pelle sottile delle labbra. "Il lucidalabbra che non contiene SPF è come applicare olio per bambini sulle labbra", afferma. La maggior parte dei rossetti pigmentati fornisce almeno una certa protezione fisica dai raggi UV.

Anche i filtri solari colorati, che molte persone usano al posto di un fondotinta tradizionale, si sono evoluti. Le prime versioni offrivano una tonalità universale che non era universalmente lusinghiera o aveva una selezione limitata: pensa chiaro, medio e scuro. Ora stiamo vedendo gamme di tonalità più ampie con ben 20 opzioni per abbinare varie tonalità della pelle senza il cast cinereo e bianco sulle tonalità della pelle scura. "Se riduci le dimensioni delle particelle di ossido di zinco abbastanza piccole (ciò che è noto come zinco micronizzato), puoi ottenere una buona dispersione e ridurre l'effetto sbiancante", afferma Romanowski.

Nemmeno gli ossidi di ferro, i minerali che conferiscono alle formule colorate il loro colore, sono puramente cosmetici. Un recente studio in Journal of Dermatology Cosmetic hanno mostrato che gli ossidi di ferro migliorano la protezione contro la luce blu, specialmente se combinati con l'ossido di zinco. "Sappiamo che la luce blu contribuisce al melasma e ad altri disturbi della pigmentazione, quindi una crema solare colorata fornisce un ulteriore livello di protezione per le persone a rischio", afferma la dott.ssa Karen. La luce blu viene emessa dal sole, dalle luci fluorescenti e dai dispositivi elettronici, inclusi computer e smartphone. Questo è un altro buon motivo per indossare la crema solare ogni giorno.

Cambiare il gioco

Sappiamo da tempo che la protezione solare funziona per prevenire le scottature, i danni del sole e i tumori della pelle, ma convincere le persone a indossarla regolarmente è sempre stata la sfida. Creando formule multitasking, piacevoli sulla pelle e più adatte a tutte le tonalità della pelle, ci stiamo avvicinando al nostro obiettivo di rendere la protezione solare un'abitudine quotidiana. E questa è una cosa di bellezza!

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati