Sensibilizzazione sul Cancro della pelle Fatti e statistiche

Cosa hai bisogno di sapere

Ottieni i fatti sul cancro della pelle, il tumore più comune negli Stati Uniti e nel mondo.

  • 1 in 5 americani svilupperà il cancro della pelle all'età di 70 anni.
  • Più di 2 persone muoiono di cancro della pelle negli Stati Uniti ogni ora.
  • Avere 5 o più scottature solari raddoppia il rischio di melanoma.
  • Quando rilevato in anticipo, il Il tasso di sopravvivenza a 5 anni per il melanoma è del 99%.

C'è più di quanto sembri quando si tratta di cancro della pelle, quindi assicurati di sapere tutto fatti. Puoi #SharetheFacts sui social media scaricando le immagini dal nostro Toolkit per la consapevolezza del cancro della pelle. Per le ultime notizie, visita il nostro Sala Stampa.

Fatti generali

  • Negli Stati Uniti, ogni giorno a più di 9,500 persone viene diagnosticato un cancro della pelle. Più di due persone muoiono a causa della malattia ogni ora.1,2, 9
  • Più di 5.4 milioni di casi di cancro della pelle non melanoma sono stati trattati in oltre 3.3 milioni di persone negli Stati Uniti nel 2012, l'anno più recente in cui erano disponibili nuove statistiche.1
  • Ogni anno negli Stati Uniti viene diagnosticato un cancro della pelle a più persone rispetto a tutti gli altri tumori messi insieme.2
  • Almeno un americano su cinque svilupperà il cancro della pelle all'età di 70 anni.3
  • La cheratosi attinica è il precancro più comune; colpisce più di 58 milioni di americani.4
  • Il costo annuale del trattamento dei tumori della pelle negli Stati Uniti è stimato in 8.1 miliardi di dollari: circa 4.8 miliardi di dollari per i tumori della pelle diversi dal melanoma e 3.3 miliardi di dollari per il melanoma.5

Cancro della pelle non melanoma

  • La diagnosi e il trattamento dei tumori della pelle diversi dal melanoma negli Stati Uniti sono aumentati del 77% tra il 1994 e il 2014.6
  • Circa il 90% dei tumori della pelle non melanoma è associato all'esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV) del sole.7
  • Il carcinoma a cellule basali (BCC) è la forma più comune di cancro della pelle. Ogni anno negli Stati Uniti vengono diagnosticati circa 3.6 milioni di casi di BCC.8,1
  • Il carcinoma a cellule squamose (SCC) è la seconda forma più comune di cancro della pelle. Ogni anno negli Stati Uniti vengono diagnosticati circa 1.8 milioni di casi di SCC.8,1
  • Gli ultimi dati suggeriscono che più di 15,000 persone muoiono di carcinoma a cellule squamose della pelle negli Stati Uniti ogni anno9 — più del doppio rispetto al melanoma.
  • Più di 5,400 persone in tutto il mondo muoiono ogni mese di cancro della pelle non melanoma.27
  • I pazienti sottoposti a trapianto di organi hanno circa 100 volte più probabilità rispetto al pubblico in generale di sviluppare un carcinoma a cellule squamose.10
  • L'uso quotidiano regolare di una protezione solare SPF 15 o superiore riduce il rischio di sviluppare carcinoma a cellule squamose di circa il 40%.11
  • I tassi di incidenza del carcinoma a cellule di Merkel, una forma rara e aggressiva di cancro della pelle, sono aumentati del 95% dal 2000 al 2013.40

Melanoma

  • Si stima che il numero di nuovi casi di melanoma diagnosticati nel 2023 diminuirà del 5.6%.2  
  • Il numero di decessi per melanoma dovrebbe aumentare del 4.4% nel 2023. 2
  • Si stima che 186,680 casi di melanoma saranno diagnosticati negli Stati Uniti nel 2023. Di questi, 89,070 casi saranno in situ (non invasivi), confinati all'epidermide (lo strato superiore della pelle) e 97,610 casi saranno invasivi, penetrando nell'epidermide nel secondo strato della pelle (il derma). Dei casi invasivi, 58,120 saranno uomini e 39,490 donne.2
  • Nell'ultimo decennio (2013-2023), il numero di nuovi casi di melanoma invasivo diagnosticati ogni anno è aumentato del 27%.2,37
  • Si stima che 7,990 persone moriranno di melanoma nel 2023. Di queste, 5,420 saranno uomini e 2,570 donne.2
  • La stragrande maggioranza dei melanomi è causata dal sole. In effetti, uno studio del Regno Unito ha rilevato che circa l'86% dei melanomi può essere attribuito all'esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV) del sole.12
  • Rispetto ai pazienti con melanoma in stadio I trattati entro 30 giorni dalla biopsia, quelli trattati da 30 a 59 giorni dopo la biopsia hanno un rischio maggiore del 5% di morire a causa della malattia e quelli trattati più di 119 giorni dopo la biopsia hanno un rischio maggiore del 41%.13
  • In tutte le fasi del melanoma, il tasso medio di sopravvivenza a cinque anni negli Stati Uniti è del 94%. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni stimato per i pazienti il ​​cui melanoma viene rilevato precocemente è superiore al 99%. Il tasso di sopravvivenza scende al 71% quando la malattia raggiunge i linfonodi e al 32% quando la malattia metastatizza in organi distanti.2
  • Solo dal 20 al 30 percento dei melanomi si trova nei nei esistenti, mentre il 70-80 percento si verifica su una pelle apparentemente normale.14
  • In media, il rischio di una persona per il melanoma raddoppia se ha avuto più di cinque scottature solari,15 ma solo prima scottature solari durante l'infanzia o l'adolescenza più che raddoppiano le possibilità di una persona di sviluppare il melanoma più tardi nella vita.39
  • L'uso quotidiano regolare di una protezione solare SPF 15 o superiore riduce il rischio di sviluppare il melanoma del 50%.16
  • Il melanoma rappresenta il 6% dei nuovi casi di cancro negli uomini e il 4% dei nuovi casi di cancro nelle donne. 2
  • Gli uomini di età pari o inferiore a 49 anni hanno una maggiore probabilità di sviluppare il melanoma rispetto a qualsiasi altro tumore, tranne i tumori del colon e del retto.2
  • Dai 15 ai 39 anni, gli uomini hanno il 55% in più di probabilità di morire di melanoma rispetto alle donne della stessa fascia di età.17
  • Le donne di età pari o inferiore a 49 anni hanno maggiori probabilità di sviluppare il melanoma rispetto a qualsiasi altro tumore, ad eccezione dei tumori al seno e alla tiroide.2
  • Dall'età di 50 anni, un numero significativamente maggiore di uomini sviluppa il melanoma rispetto alle donne. La maggior parte delle persone che sviluppano il melanoma sono uomini bianchi di età superiore ai 55 anni. Ma fino all'età di 49 anni, un numero significativamente maggiore di donne bianche non ispaniche sviluppa il melanoma rispetto agli uomini bianchi (una donna su 162 contro uno su 246 uomini). Complessivamente, un uomo bianco su 28 e una donna bianca su 41 svilupperanno il melanoma nel corso della loro vita.2

Abbronzatura indoor

  • La radiazione ultravioletta (UV) è un provato cancerogeno per l'uomo.18
  • L'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, un'affiliata dell'Organizzazione mondiale della sanità, include i dispositivi abbronzanti ultravioletti (UV) nel suo Gruppo 1, un elenco di agenti cancerogeni per l'uomo. Il gruppo 1 comprende anche agenti come il plutonio, le sigarette e la radiazione solare UV.19
  • I dispositivi abbronzanti a raggi ultravioletti (UV) sono stati riclassificati dalla FDA da dispositivi di Classe I (basso rischio) a Classe II (rischio da moderato ad alto) a partire dal 2 settembre 2014.20
  • I dispositivi abbronzanti per interni possono emettere radiazioni UV in quantità da 10 a 15 volte superiori a quelle del sole alla sua massima intensità.41
  • Diciannove stati più il Distretto di Columbia vietano ai minori di 18 anni l'uso di apparecchi abbronzanti indoor: California, Delaware, Hawaii, Illinois, Kansas, Louisiana, Maine, Massachusetts, Minnesota, Nevada, New Hampshire, New York, North Carolina, Oklahoma, Rhode Island, Texas, Vermont, West Virginia e Maryland. Oregon e Washington vietano ai minori di 18 anni l'uso di dispositivi abbronzanti indoor a meno che non venga fornita una prescrizione.21
  • Australia, Brasile e Iran hanno vietato del tutto l'abbronzatura indoor. Ventuno paesi hanno vietato l'abbronzatura indoor per le persone di età inferiore ai 18 anni e il Canada ha vietato l'abbronzatura indoor per le persone di età inferiore ai 19 anni.22
  • Il costo dell'assistenza medica diretta per i casi di cancro della pelle attribuibili all'abbronzatura indoor è di $ 343.1 milioni all'anno negli Stati Uniti23
  • Più di 419,000 casi di cancro della pelle negli Stati Uniti ogni anno sono collegati all'abbronzatura indoor, inclusi circa 245,000 carcinomi a cellule basali, 168,000 carcinomi a cellule squamose e 6,200 melanomi.24
  • Più persone sviluppano il cancro della pelle a causa dell'abbronzatura indoor rispetto a sviluppare il cancro ai polmoni a causa del fumo.24
  • Coloro che si sono mai abbronzati al chiuso hanno un rischio aumentato dell'83% di sviluppare un carcinoma a cellule squamose43 e un aumento del 29% del rischio di sviluppare carcinoma basocellulare.24
  • Qualsiasi storia di abbronzatura indoor aumenta del 40% il rischio di sviluppare un carcinoma basocellulare prima dei 69 anni.25
  • Le donne che si sono mai abbronzate al chiuso hanno sei volte più probabilità di ricevere una diagnosi di melanoma a 20 anni rispetto a quelle che non si sono mai abbronzate al chiuso. A tutte le età, più donne si abbronzano al chiuso, maggiore è il rischio di sviluppare il melanoma.26
  • Uno studio che ha osservato 63 donne con diagnosi di melanoma prima dei 30 anni ha rilevato che 61 di loro (97%) avevano utilizzato lettini abbronzanti.26
  • Le persone che usano per la prima volta un lettino abbronzante prima dei 35 anni aumentano il rischio di melanoma del 75%.28
  • L'abbronzatura indoor tra gli studenti delle scuole superiori statunitensi è diminuita del 53% tra il 2009 e il 2015.29

Invecchiamento della pelle

  • Si stima che il 90% dell'invecchiamento della pelle sia causato dal sole.30
  • Le persone che usano la protezione solare con un SPF di 15 o superiore ogni giorno mostrano il 24% in meno di invecchiamento della pelle rispetto a coloro che non usano la protezione solare ogni giorno.31
  • Il danno solare è cumulativo. Solo il 23% circa dell'esposizione nel corso della vita si verifica entro i 18 anni.32
Ages     Esposizione solare media accumulata*
1-18       23 per cento
19-40       47 per cento
41-59       74 per cento
60-78       100 per cento
*Sulla base di una durata di vita di 78 anni

Razza

  • Il tasso stimato di sopravvivenza al melanoma a cinque anni per i pazienti neri è solo del 70%, contro il 94% per i pazienti bianchi.2
  • Il cancro della pelle rappresenta circa il 2-4% di tutti i tumori negli asiatici.33
  • Il cancro della pelle rappresenta dal 4 al 5 per cento di tutti i tumori negli ispanici.38
  • Il cancro della pelle rappresenta dall'1 al 2 percento di tutti i tumori nelle persone di colore.3
  • I melanomi nelle persone di colore, negli asiatici e nei nativi hawaiani si verificano più spesso sulla pelle non esposta con meno pigmento, con fino al 60-75% dei tumori che si verificano sui palmi delle mani, sulle piante dei piedi, sulle mucose e sulle regioni delle unghie.33
  • Nei non bianchi, la porzione plantare del piede è spesso la sede più comune del cancro della pelle, essendo coinvolta nel 30-40% dei casi.38
  • Il carcinoma a cellule squamose è il tumore della pelle più comune nelle persone di colore.33
  • Le diagnosi di melanoma in stadio avanzato sono più diffuse tra gli ispanici e i neri rispetto ai bianchi non ispanici; Il 52% dei pazienti neri non ispanici e il 26% dei pazienti ispanici ricevono una diagnosi iniziale di melanoma in stadio avanzato, contro il 16% dei pazienti bianchi non ispanici.34
  • Gente di colorer hanno percentuali più elevate di melanoma lentigginoso acrale (ALM, melanoma delle palme, delle piante dei piedi e del letto ungueale) rispetto ai caucasici, mentre il melanoma a diffusione superficiale è il sottotipo più frequente nei caucasici e negli ispanici.38

Pediatria

  • Il melanoma nei bambini e negli adolescenti rappresenta una piccola percentuale di tutti i nuovi casi di melanoma negli Stati Uniti, con circa 400 casi all'anno nei bambini sotto i 20 anni.45
  • I tumori della pelle rappresentano il 3% dei tumori pediatrici. 44
  • Tra il 2005 e il 2015, l'incidenza del melanoma tra i 10 ei 29 anni è scesa di circa il 4% all'anno tra i maschi e del 4.5% all'anno tra le femmine. 42
  • Il trattamento del melanoma infantile è spesso ritardato a causa di una diagnosi errata delle lesioni pigmentate, che si verifica fino al 40% delle volte.36

Riferimenti

  1. Rogers HW, Weinstock MA, Feldman SR, Coldiron BM. Stima dell'incidenza del cancro della pelle non melanoma (carcinoma dei cheratinociti) nella popolazione statunitense, 2012. JAMA Dermatol 2015; 151(10):1081-1086.
  2. Fatti e cifre sul cancro 2023. Società americana contro il cancro. https://www.cancer.org/content/dam/cancer-org/research/cancer-facts-and-statistics/annual-cancer-facts-and-figures/2023/2023-cancer-facts-and-figures. PDF. Accesso al 12 gennaio 2023.
  3. Stern, RS. Prevalenza di una storia di cancro della pelle nel 2007: risultati di un modello basato sull'incidenza. Arch Dermatol 2010; 146(3):279-282.
  4. Il Gruppo Lewin, Inc. Il peso delle malattie della pelle 2005. Preparato per la Society for Investigative Dermatology, Cleveland, OH, e l'American Academy of Dermatology Assn., Washington, DC, 2005.
  5. Guy GP, Machlin SR, Ekwueme DU, Yabroff KR. Prevalenza e costi del trattamento del cancro della pelle negli Stati Uniti, 2002-2006 e 2007-2011. Am J Prev Med 2015; 48(2):183-187. doi: 10.1016/j.amepre.2014.08.036.
  6. Mohan SV, Chang AL. Carcinoma basocellulare avanzato: epidemiologia e innovazioni terapeutiche. Curr Dermatol Rep 2014; 3(1):40-45. doi:10.1007/s13671-014-0069-y.
  7. Koh HK, Geller AC, Miller DR, et al. Strategie di prevenzione e diagnosi precoce per il melanoma e il cancro della pelle: stato attuale. Arch Dermatol 1996; 132(4):436-442.
  8. Il nostro nuovo approccio a una statistica impegnativa sul cancro della pelle. La Fondazione per il cancro della pelle. https://www.skincancer.org/blog/our-new-approach-to-a-challenging-skin-cancer-statistic/
  9. Mansouri B, Housewright C. Il trattamento delle cheratosi attiniche: la regola piuttosto che l'eccezione. J Am Acad Dermatol 2017; 153(11):1200. doi:10.1001/jamadermatol.2017.3395.
  10. Lindelöf B, Sigurgeirsson B, Gäbel H, et al. Incidenza del cancro della pelle in 5356 pazienti dopo trapianto di organi. Br J Dermatol 2000; 143(3):513-9.
  11. Verde A, Williams G, Neale R, et al. Applicazione quotidiana di creme solari e supplementazione di betacarotene nella prevenzione dei carcinomi a cellule basali e a cellule squamose della pelle: uno studio controllato randomizzato. The Lancet 1999; 354(9180):723-729.
  12. Parkin DM, Mesher D, Sasieni P. Tumori attribuibili all'esposizione alle radiazioni solari (ultraviolette) nel Regno Unito nel 2010. Br J Cancro 2011; 105:S66-S69.
  13. Conico RZ, Cabrera CI, Khorana AA, Gastman BR. Determinazione dell'impatto dei tempi chirurgici del melanoma sulla sopravvivenza utilizzando il National Cancer Database. J Am Acad Dermatol 2018; 78(1):40-46.e7. doi:10.1016/j.jaad.2017.08.039.
  14. Cymerman RM, Shao Y, Wang K, et al. Melanomi de novo contro nevo-associati: differenze nelle associazioni con indicatori prognostici e sopravvivenza. J Natl Cancer Inst 2016 maggio 27; 108(10). doi:10.1093/jnci/djw121.
  15. Pfahlberg A, Kölmel KF, Gefeller O. Timing di eccessiva radiazione ultravioletta e melanoma: l'epidemiologia non supporta l'esistenza di un periodo critico di elevata suscettibilità al melanoma indotto dalla radiazione ultravioletta solare. Br J Dermatol 2001; 144:3:471-475.
  16. Green AC, Williams GM, Logan V, Strutton GM. Melanoma ridotto dopo l'uso regolare di creme solari: follow-up di studi randomizzati. J Clin Oncol 2011; 29(3):257-263.
  17. Fisher DE, Geller AC. Onere sproporzionato della mortalità per melanoma nei giovani uomini statunitensi. JAMA Dermatol 2013; 149(8): 903. doi:10.1001/jamadermatol.20134437.
  18. Esposizioni correlate alle radiazioni ultraviolette. UVR ad ampio spettro, pp. 1-5. NTP (Programma Tossicologico Nazionale). 2014. Rapporto sugli agenti cancerogeni, Tredicesima edizione. Research Triangle Park, NC: Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, Servizio sanitario pubblico. http://ntp.niehs.nih.gov/ntp/roc/content/profiles/ultravioletradiationrelatedexposures.pdf. Accesso a gennaio 26, 2018.
  19. El Ghissassi F, Baan R, Straif K, et al. Rapporto speciale: politica. Una revisione degli agenti cancerogeni per l'uomo - parte D: radiazioni. The Lancet 2009; 10(8):751-752. doi: https://doi.org/10.1016/S1470-2045(09)70213-X.
  20. Istituto nazionale contro i tumori. I tassi di abbronzatura indoor negli Stati Uniti sono in calo, ma ancora alti. https://www.cancer.gov/news-events/cancer-currents-blog/2015/indoor-tanning. Accesso a gennaio 31, 2018.
  21. Restrizioni all'abbronzatura indoor per i minori: un confronto stato per stato. NCSL, Conferenza nazionale delle legislature statali. http://www.ncsl.org/research/health/indoor-tanning-restrictions.aspx. Accesso a gennaio 29, 2018.
  22. Rodriguez-Acevedo AJ, Green AC, Sinclair C, et al. Prevalenza dell'abbronzatura indoor dopo la dichiarazione dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro sulla cancerogenicità dei dispositivi abbronzanti artificiali: revisione sistematica e meta-analisi. Br J Dermatol. 2020 aprile;182(4):849-859. doi: 10.1111/bjd.18412; https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31381131/
  23. Waters HR, Adamson A. Le implicazioni sanitarie ed economiche dell'uso di dispositivi abbronzanti. Politica sul cancro J 2017; http://dx.doi.org/10.1016/j.jcpo.2016.12.003.
  24. Wehner MR, Chren MM, Nameth D, et al. Prevalenza internazionale dell'abbronzatura indoor: una revisione sistematica e una meta-analisi. JAMA Dermatol 2014; 150(4):390-400. doi:10.1001/jamadermatol.2013.6896.
  25. Ferrucci LM, Cartmel B, Molinaro AM, et al. Abbronzatura indoor e rischio di carcinoma basocellulare ad esordio precoce. J Am Acad Dermatol 2012 Oct; 67(4):552-62. doi:10.1016/j.jaad.2011.11.940.
  26. Lazovich D, Vogel RI, Weinstock MA, et al. Associazione tra abbronzatura indoor e melanoma in uomini e donne più giovani. JAMA Dermatol 2016; 152(3): 268–275. doi:10.1001/jamadermatol.2015.2938
  27. Global Burden of Disease Cancer Collaboration. Incidenza globale, regionale e nazionale del cancro, mortalità, anni di vita persi, anni vissuti con disabilità e anni di vita aggiustati per la disabilità per 29 gruppi di tumori, dal 1990 al 2017. JAMA Oncol. 2019;5(12):1749-1768. doi:10.1001/jamaoncol.2019.2996.
  28. Gruppo di lavoro dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro. L'associazione dell'uso di lettini con melanoma maligno cutaneo e altri tumori della pelle: una revisione sistematica. Int J Canc 2006; 120: 1116-1122.
  29. Guy GP Jr, Berkowitz Z, Everett Jones S, et al. Prevalenza dell'abbronzatura indoor e associazione con scottature tra i giovani negli Stati Uniti. JAMA Dermatol 2017; 153(5):387-390. doi:10.1001/jamadermatol.2016.6273.
  30. Taylor CR, Stern RS, Leida JJ, Gilchrest BA. Fotoinvecchiamento/fotodanneggiamento e fotoprotezione. J Am Acad Dermatol 1990; 22: 1-15.
  31. Hughes MCB, Williams GM, Baker P, Green AC. Protezione solare e prevenzione dell'invecchiamento cutaneo: uno studio randomizzato. Ann Intern Med 2013; 158(11):781-790.
  32. Godar DE, Urbach F, Gasparro FP, van der Leun JC. Dosi UV di giovani adulti. Fotochimica Fotobiol 2003; 77(4):453-7.
  33. Gloster HM, Neal K. Cancro della pelle nella pelle di colore. J Am Acad Dermatol 2006; 55: 741-60.
  34. Hu S, Soza-Vento RM, Parker DF, et al. Confronto dello stadio alla diagnosi di melanoma tra pazienti ispanici, neri e bianchi nella contea di Miami-Dade, in Florida. Arch Dermatol 2006; 142(6):704-8.
  35. Dean PH, Bucevska M, Strahlendorf C, Verchere C. Melanoma pediatrico: una revisione basata sulla popolazione di 35 anni. Plast Reconstr Surg Glob aperto 2017; 5 (3): e1252.
  36. Ferrari A, Bono A, Baldi M, et al. Il melanoma si comporta diversamente nei bambini più piccoli che negli adulti? Uno studio retrospettivo di 33 casi di melanoma infantile da una singola istituzione. Pediatria 2005; 115(3):649-57.
  37. Fatti e cifre sul cancro 2013. American Cancer Society. https://www.cancer.org/research/cancer-facts-statistics/all-cancer-facts-figures/cancer-facts-figures-2013.html. Accesso a gennaio 12, 2023.
  38. Bradford, Porcia T. Cancro della pelle nella pelle di colore. Dermatol Nurs 2009 luglio-agosto; 21(4): 170-178.
  39. Lew RA, Sober AJ, Cook N, et al. Abitudini di esposizione al sole in pazienti con melanoma cutaneo: un caso di studio. J Dermatol Surg Onc 1983; 12: 981-6.
  40. Paulson KG, Park SY, Vandeven NA, et al. Carcinoma a cellule di Merkel: attuale incidenza negli Stati Uniti e aumenti previsti basati sui cambiamenti demografici. J Am Acad Dermatol 2018; 78: 457-463.
  41. Le Clair MZ, Cockburn MG. Uso del lettino abbronzante e melanoma: stabilire il rischio e migliorare gli interventi di prevenzione. Precedente Med Rep. 2016; 3:139–144. Pubblicato il 2016 gennaio 14 doi:10.1016/j.pmedr.2015.11.016
  42. Paulson KG, Gupta D, Kim TS, et al. Incidenza specifica per età del melanoma negli Stati Uniti. JAMA Dermatol. 2020; 156(1):57–64. doi:10.1001/jamadermatol.2019.3353
  43. Lergenmuller S, Ghiasvand R, Robsahm TE, et al. Associazione tra abbronzatura indoor e conseguente rischio di carcinoma cutaneo a cellule squamose. JAMA Dermatol. 2019; 155(12):1350–1357. doi:10.1001/jamadermatol.2019.2681
  44. Han D, Zager JS, Han G, e al. Le caratteristiche cliniche uniche del melanoma diagnosticato nei bambini. Ann Surg Oncol. 2012;19(12):3888–3895. doi:10.1245/s10434-012-2554-5
  45. Pappo AS,  Mc Pherson V, Haitao P, Et al. Un registro prospettico e completo che integra l'analisi molecolare delle lesioni melanocitiche pediatriche e adolescenziali, Riviste dell'American Cancer Society, luglio 2021 https://acsjournals.onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/cncr.33750

 

Ultimo aggiornamento: gennaio 2023

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati