La traduzione:     Piccola icona della bandiera italiana

In spagnolo

Cheratosi attinica Trattamento

Riduci il rischio di sviluppare il cancro della pelle

Se hai una o più cheratosi attiniche (AK), è un segno di danno alla pelle che ti mette ad alto rischio di sviluppare il cancro della pelle. Identificare e trattare queste lesioni precancerose aiuta a ridurre tale rischio.

Le tue opzioni di trattamento dipendono dal numero di lesioni che hai, da dove si trovano, dalla tua età e dalla salute generale. Le opzioni includono:

esame pcp-skin

Procedure chirurgiche

La chirurgia è ampiamente utilizzata nei casi in cui una persona ha una o più lesioni isolate. Esistono diversi modi per rimuovere la lesione cutanea con un intervento chirurgico, tra cui:

  • Peeling chimico: Il medico applica una sostanza chimica sul viso, provocando il distacco degli strati superiori della pelle. La nuova pelle generalmente ricresce entro poche settimane.
  • La criochirurgia: Il medico applica azoto liquido per congelare il tessuto, che alla fine cade, permettendo alla pelle sana di emergere.
  • Curettage ed essiccazione: Il medico raschia o rade via la lesione, quindi usa il calore o un agente chimico per distruggere le rimanenti cellule AK e fermare qualsiasi sanguinamento.
  • Chirurgia laser: Il medico applica un raggio laser per vaporizzare la lesione AK.

Trattamenti topici

Creme, gel e soluzioni topiche sono prescritti per l'uso in pazienti con cheratosi attiniche numerose o diffuse. Il medico applica queste creme e gel direttamente sulle aree interessate della pelle per trattare lesioni visibili e invisibili con un rischio minimo di cicatrici.

Farmaci approvati

Terapia fotodinamica

Per le AK diffuse localizzate sul viso e sul cuoio capelluto, viene applicato un agente topico per rendere la lesione sensibile alla luce. Dopo aver concesso un breve periodo di tempo per l'assorbimento, il dermatologo utilizza una forte luce rossa o blu (entrambe approvate dalla FDA) o un laser a colorante pulsato o talvolta la luce solare naturale controllata, che provoca una reazione che distrugge l'AK. Dopo la procedura, i pazienti devono evitare rigorosamente la luce solare per almeno 48 ore, poiché l'esposizione ai raggi UV aumenterà l'attivazione del farmaco e potrebbe causare gravi scottature.  

La terapia fotodinamica (PDT) è particolarmente efficace come trattamento per distruggere le lesioni senza danneggiare i tessuti sani. 

Terapie combinate

I medici possono associare terapie per regimi di trattamento, incluso

  • Criochirurgia e PDT
  • Criochirurgia e trattamento topico
  • Trattamenti topici e PDT

Alcune di queste terapie combinate possono aumentare fotosensibilità. Assicurati di controllare con il tuo dermatologo e di essere particolarmente attento salvaguardando la tua pelle dai raggi UV durante e dopo il trattamento.

Dopo il trattamento, eseguire autoesami e visita il tuo dermatologo a intervalli raccomandati per lo screening delle AK e per i tumori della pelle.

Trova un dermatologo vicino a te.

Recensito da:
Leonard H. Goldberg, medico
Mark Lebwohl, medico

Ultimo aggiornamento: Gennaio 2022

Ultimo aggiornamento: luglio 2024

Fai una donazione
Trova un dermatologo

Prodotti consigliati