Il Carcinoma Basocellulare

Il carcinoma cutaneo più diffuso

Il carcinoma basocellulare (BCC) è la forma di carcinoma cutaneo più diffusa e tra tutti i tipi di cancro è quello più frequentemente riscontrabile. Nei soli Stati Uniti, ogni anno vengono diagnosticati oltre 4 milioni di casi. I BCC insorgono successivamente a una crescita anomala e incontrollata di cellule basali.

Poiché la crescita è lenta, la maggior parte dei BCC è curabile e causa solo danni minimi se diagnosticata e trattata precocemente. La comprensione delle cause, dei fattori di rischio e dei segnali di allarme del BCC può aiutare nella diagnosi precoce, quando è più facile trattarli e curarli.

Cos’è una cellula basale?

Le cellule basali, uno dei tre tipi principali di cellule nello strato superiore della pelle, si liberano quando si formano nuove cellule. Il BCC si verifica più spesso quando il danno al DNA derivante dall’esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV) del sole o dei lettini solari innesca cambiamenti nelle cellule basali nello strato più esterno della pelle (epidermide), con conseguente crescita incontrollata.

Come si presenta il BCC?

I BCC si presentano sotto forma di piaghe aperte, macchie rosse, escrescenze rosee, protuberanze lucide, cicatrici o escrescenze con bordi leggermente rialzati e arrotondati e/o una rientranza centrale. A volte i BCC sono purulenti, formano croste, prudono o sanguinano. Le lesioni insorgono generalmente in zone del corpo esposte al sole. Nei pazienti con pelle più scura, circa la metà dei BCC sono pigmentati (vale a dire di colore marrone).

È importante notare che i BCC possono apparire piuttosto diversi da individuo a individuo.

Si noti che, poiché non tutti i BCC hanno lo stesso aspetto, queste foto fungono da riferimento generico. Consultare il proprio medico se si notano cambiamenti anomali o inaspettati.

DATI E CIFRE

Il 90% dei tumori cutanei diversi dal melanoma (principalmente BCC e SCC) è associato all’esposizione ai raggi UV del sole.

Quanto è pericoloso il BCC?

Sebbene i BCC si diffondano raramente oltre il sito del tumore originale, se lasciate crescere, queste lesioni possono essere deturpanti e pericolose. I BCC non trattati possono diventare localmente invasivi, espandersi in larghezza e profondità nella pelle e distruggere pelle, tessuti e ossa. Più a lungo si attende prima di trattare un BCC, più è probabile che si presenti una recidiva, talvolta multipla.

Il BCC che si diffonde in altri distretti corporei diventa particolarmente aggressivo. In casi ancora più rari, questo tipo di BCC può diventare potenzialmente fatale.

Quanto è diffuso il BCC?

  • Più di uno su tre nuovi tumori sono tumori della pelle e la stragrande maggioranza sono BCC.
  • La diagnosi e il trattamento dei tumori cutanei diversi dal melanoma, tra cui BCC e carcinoma a cellule squamose (SCC), sono aumentati fino al 77% tra il 1994 e il 2014.

Segnali d'allarme del carcinoma basocellulare

Prassi per la diagnosi precoce

Grazie alla diagnosi e al trattamento precoci, quasi tutti i carcinomi basocellulari (BCC) possono essere rimossi con successo senza complicanze. Controllare eventuali nuove escrescenze dall’aspetto insolito o eventuali alterazioni in modo da individuare carcinomi cutanei come il BCC nel momento in cui sono più facili da trattare e curare.

Come individuare un BCC: cinque segnali d’allarme

Controllare la presenza di BCC dove la pelle è più esposta al sole, in particolare viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, petto, spalle e schiena, ma ricordare che possono presentarsi ovunque sul corpo. Frequentemente sono visibili due o più di questi segnali d’allarme in un tumore BCC.

picture open sore on the skin basal cell carcinoma

1. Una piaga aperta che non guarisce e può sanguinare, essere purulenta o crostificare. La piaga può durare per settimane, o sembrare guarita e poi tornare.

reddish patch on man's forehead basal cell carcinoma

2. Una zona arrossata o irritata su viso, torace, spalle, braccia o gambe che può crostificare, prudere, essere dolente o non causare alcun disturbo.

picture shiny bump on woman's face

3. Una protuberanza lucida o nodulo perlacei o trasparenti, rosa, rossi o bianchi. La protuberanza può essere anche scura, nera o marrone, in particolare in persone con la pelle scura, e può essere scambiata per un normale neo.

pink growth bcc

4. Una piccola escrescenza rosea con un bordo leggermente rialzato e arrotondato e una rientranza crostificata al centro che può sviluppare nel tempo piccoli vasi sanguigni superficiali.

picture white scar man forehead basal cell carcinoma

5. Una zona simile a una cicatrice piatta e bianca, gialla o di colore pallido. La cute appare lucida e tesa, spesso con bordi poco definiti. Questo segnale d’allarme può indicare un BCC invasivo.

Si noti che, poiché non tutti i BCC hanno lo stesso aspetto, queste immagini fungono da riferimento generico.

I BCC possono essere difficili da diagnosticare

Ricordare che i BCC possono anche apparire diversi da come descritto in precedenza. In alcuni soggetti i BCC possono ricordare condizioni cutanee non cancerose come la psoriasi o l’eczema. Altre volte, la condizione viene diagnosticata nel momento in cui un taglio da rasatura non si rimargina. Nei pazienti con pelle più scura, circa la metà dei BCC sono pigmentati (vale a dire di colore marrone).

In caso di dubbio, sottoporsi a un controllo. Seguire il proprio istinto e consultare un dermatologo se si notano cambiamenti insoliti sulla propria pelle.

Un carcinoma basocellulare può essere pigmentato, come questo, sulla pelle più scura. Foto gentilmente concessa dal dott. Andrew Alexis
A basal cell carcinoma may be pigmented, like this one, on skin of color.

Cosa si può fare

Se si è già sofferto di BCC, vi sono maggiori probabilità di svilupparne un altro, in particolare nella stessa zona danneggiata dal sole o in prossimità di essa.

Un BCC può ripresentarsi anche se è stato attentamente rimosso la prima volta, poiché alcune cellule tumorali non vengono individuate dopo l’intervento chirurgico e altre possono formare radici che non sono visibili. I BCC su naso, orecchie e labbra hanno maggiori probabilità di ripresentarsi, generalmente entro i primi due anni dopo l’intervento.

Ecco cosa si può fare per individuare una recidiva e salvaguardarsi contro ulteriori danni cutanei che possono portare a sviluppare il cancro:

  • Non abbassare mai la guardia: osservare con attenzione eventuali sedi trattate in precedenza, annotare alterazioni e consultare il proprio dermatologo. Nel caso in cui il BCC si ripresentasse, il medico curante potrebbe indicare un tipo di trattamento diverso, come la tecnica di Mohs, un modo altamente efficace per prevenire e trattare le recidive.
  • Controllati dalla testa ai piedi: cerca lesioni nuove o alterate che crescono, sanguinano o non guariscono. Impara come controllare la tua pelle.
  • Consulta il tuo dermatologo una volta l’anno per un esame professionale della pelle. Gli autoesami non sostituiscono uno specialista esperto nell’identificazione e nel trattamento di escrescenze cutanee anomale.
  • Follow up: se hai già avuto un carcinoma basocellulare (BCC) o carcinoma a cellule squamose (SCC) o una cheratosi attinica precancerosa, assicurati di consultare periodicamente il tuo medico come raccomandato.
  • Fai attenzione all’esposizione ai raggi del sole tutto l’anno: evita l’esposizione non protetta ai raggi UV, resta all’ombra, soprattutto quando il sole è più forte, e usa una crema solare ad ampio spettro, un cappello a tesa larga e occhiali da sole con protezione dai raggi UV.

Fattori di rischio del carcinoma basocellulare

I rischi. Le cause. I possibili rimedi.

Il carcinoma basocellulare (BCC) è causato da danni e successive modifiche del DNA alle cellule basali nello strato più esterno della pelle. L’esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV) del sole e dei lettini solari è la principale causa di BCC e della maggior parte dei tumori della pelle.

Comprendere le cause del BCC e i fattori che aumentano il rischio di contrarlo può aiutarti a prevenire la malattia o a rilevarla nelle sue fasi iniziali, quando è più facile da trattare.

I seguenti fattori aumentano il rischio di BCC:

  • Esposizione ai raggi UV del sole o dei lettini solari.
  • Storia di cancro, tra cui carcinoma a cellule squamose (SCC) o melanoma.
  • Età superiore ai 50 anni: la maggior parte dei BCC fa la sua comparsa dopo i 50 anni.
  • Le persone con la pelle chiara presentano un rischio maggiore.
  • Sesso maschile: gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare BCC.
  • Infezioni croniche e infiammazioni della pelle da ustioni, cicatrici e altre condizioni.

Quali sono le cause del carcinoma basocellulare?

Esposizione ai raggi UV

Quasi tutti i BCC si verificano su parti del corpo eccessivamente esposte al sole. L’esposizione occasionale al sole prolungata e intensa che causa scottature e l’esposizione cumulativa al sole nel corso della vita sono le principali cause di danni alla pelle che possono portare a BCC.

Più tempo si trascorre al sole, durante le vacanze al mare o quando si porta a passeggio il cane, maggiore è la probabilità di sviluppare BCC. Se la propria occupazione richiede di restare per molte ore all’aria aperta o se si trascorre il tempo libero al sole, il rischio aumenta ulteriormente.

Fortunatamente, l’esposizione ai raggi UV è un fattore di rischio controllabile. 

Lettini solari

I lettini solari emettono radiazioni UV pericolose e aumentano il rischio di sviluppare BCC.

  • Le persone che hanno utilizzato lettini abbronzanti hanno un rischio maggiore del 29% di sviluppare un BCC.
  • Qualsiasi esperienza pregressa di utilizzo di lettino abbronzante aumenta del 69% il rischio di sviluppare un BCC prima dei 40 anni.

Anamnesi di carcinoma cutaneo

Se si ha già avuto un BCC, sussiste il rischio di svilupparne altri nel corso degli anni, nella stessa o in altre zone del corpo.  Sussiste anche un rischio maggiore di sviluppare altre forme di cancro della pelle, tra cui il carcinoma a cellule squamose (SCC) e il melanoma.

Età superiore a 50 anni

Con il passare degli anni, l’esposizione al sole, e i danni causati da esso, si accumulano aumentando il rischio di sviluppare BCC. Negli scorsi decenni, il numero di nuovi casi di BCC ha registrato un’impennata e l’età media dei pazienti si è progressivamente ridotta. Oggi, i dermatologi riferiscono che più giovani dai 20 ai 30 anni vengono trattati per BCC, una tendenza che gli esperti attribuiscono all’aumento dell’esposizione ai raggi UV all’aperto e all’abbronzatura con lettini solari.

Pelle chiara

Tutte le persone con una storia di esposizione al sole o uso di lettini abbronzanti possono sviluppare BCC. Tuttavia, le persone con la pelle chiara, i capelli biondi o rossi, gli occhi blu, verdi o grigi o la pelle con le lentiggini o che si scotta facilmente sono a maggior rischio.

Anche le persone con pelle più scura non sono comunque prive di rischi e anch’esse non devono assolutamente sottovalutare l’importanza della protezione solare.

Sesso

Gli uomini con BCC continuano a essere più numerosi delle donne che sviluppano questa malattia ma, rispetto al passato, oggi più donne si ammalano di BCC.

Lesioni cutanee, infiammazioni o infezioni

In rari casi, i BCC si sviluppano su zone non esposte alla radiazione UV. In casi molto rari, l’esposizione ad altre forme di radiazioni o determinate sostanze chimiche, condizioni infiammatorie croniche della pelle e complicazioni di ustioni, cicatrici o infezioni possono essere fattori concorrenti.

Cosa si può fare

Controlla la tua pelle una volta al mese: esegui autoesami approfonditi e consulta regolarmente il tuo dermatologo per un esame professionale.

Proteggiti dai raggi UV: puoi ridurre il rischio di contrarre il BCC e altre forme di cancro della pelle adottando misure protettive semplici e intelligenti.

Traitement du carcinome basocellulaire

Opzioni efficaci per il BCC precoce e avanzato

Se rilevata precocemente, la maggior parte dei carcinomi basocellulari (BCC) può essere trattata e curata. Un trattamento tempestivo è vitale, perché man mano che il tumore cresce, diventa più pericoloso e potenzialmente deturpante, richiedendo un trattamento più esteso. Alcune forme rare e aggressive possono essere fatali se non trattate tempestivamente.

Se ti è stato diagnosticato un BCC piccolo o allo stadio iniziale, di solito è possibile eseguire una serie di trattamenti efficaci su base ambulatoriale, utilizzando un anestetico locale con dolore minimo. In seguito, la maggior parte delle ferite può guarire naturalmente, lasciando cicatrici poco visibili.

Le opzioni includono:

  • Curettage ed elettrodessicazione (elettrochirurgia)
  • Tecnica di Mohs
  • Intervento di escissione
  • Radioterapia
  • Terapia fotodinamica
  • Criochirurgia
  • Chirurgia laser
  • Farmaci topici

Curettage ed elettrodessicazione (elettrochirurgia)

Come funziona
Il dermatologo raschia via il BCC utilizzando una curette (uno strumento affilato con una punta a forma di anello), quindi utilizza il calore o un agente chimico per distruggere le cellule tumorali residue, fermare l’emorragia e chiudere la ferita. Il medico può ripetere la procedura più volte durante la stessa seduta fino a quando tutte le cellule tumorali non sono state eliminate. In genere, la procedura lascia una cicatrice biancastra di forma circolare simile a una bruciatura di sigaretta nel sito dell’intervento.

Quando si usa
Il curettage e l’elettrodessicazione possono essere efficaci per la maggior parte delle piccole lesioni da BCC. In questi casi, la procedura ha tassi di guarigione vicini al 95%.

Tecnica di Mohs

Come funziona
La tecnica di Mohs si esegue durante una singola visita, in più fasi. Il chirurgo rimuove il tumore visibile e un margine molto piccolo di tessuto intorno e sotto il sito del tumore. Il chirurgo codifica a colori il tessuto e disegna una mappa correlata al sito chirurgico del paziente. In un laboratorio in loco, il chirurgo esamina il tessuto al microscopio per vedere se rimangono cellule tumorali. In tal caso, il chirurgo torna dal paziente e rimuove più tessuto esattamente dove si trovano le cellule tumorali. Il medico ripete questo processo fino a quando non ci sono evidenze di cancro. Quindi la ferita può essere chiusa o, in alcuni casi, lasciata guarire da sola.

Quando si usa
La tecnica di Mohs è il gold standard, la tecnica più efficace per rimuovere i BCC, poiché causa danni minimi al tessuto sano e consente di ottenere il più alto tasso di guarigione possibile, fino al 99% sui tumori trattati per la prima volta. È spesso consigliato per BCC situati nelle aree intorno agli occhi, naso, labbra, orecchie, cuoio capelluto, dita delle mani o genitali. La tecnica di Mohs viene utilizzata anche per BCC di grandi dimensioni, aggressivi o in rapida crescita e su tumori con recidive, così come quelli con bordi indistinti.

Intervento di escissione

Come funziona
Utilizzando un bisturi, il chirurgo rimuove l’intero tumore insieme a un “margine di sicurezza” del tessuto circostante e lo invia a un laboratorio fuori sede per l’analisi. Il margine di pelle rimosso dipende dallo spessore e dalla posizione del tumore. Se il laboratorio rileva cellule tumorali oltre i margini, è possibile eseguire ulteriori interventi chirurgici in un secondo momento fino a quando i margini non saranno liberi dal cancro.

Quando si usa
Per BCC piccoli e allo stadio iniziale ancora non diffusi, l’intervento di escissione è spesso l’unico trattamento richiesto. I tassi di guarigione sono superiori al 95% nella maggior parte delle zone del corpo, simili a quelli del curettage e dell’elettrodessicazione.

Radioterapia

Come funziona
Il medico utilizza raggi X a bassa energia per distruggere il tumore, senza bisogno di incisioni o anestesia. La distruzione del tumore può richiedere diversi trattamenti nell’arco di poche settimane o trattamenti giornalieri per un tempo specificato.

Quando si usa
Con la radioterapia, non c’è modo di sapere se tutto il tumore è stato distrutto. Poiché la procedura è meno precisa e produce tassi di guarigione pari solo al 90%, viene utilizzata principalmente per i BCC difficili da trattare con la chirurgia e nei pazienti anziani o in cattive condizioni di salute per i quali la chirurgia non è consigliata. Per alcuni casi di BCC avanzato, specialmente quelli che coinvolgono i nervi circostanti, le radiazioni possono essere utilizzate dopo l’intervento chirurgico o in combinazione con altri trattamenti.

Criochirurgia

Come funziona
Il medico utilizza un applicatore con punta di cotone o un dispositivo spray per applicare azoto liquido per congelare e distruggere il tumore. Successivamente, attorno alla lesione e alla pelle circostante possono formarsi vesciche o croste che si staccano, consentendo alla pelle sana di emergere.

Quando si usa
La criochirurgia è efficace per i BCC più piccoli e superficiali. È particolarmente utile per i pazienti con disturbi emorragici o problemi a tollerare l’anestesia. Il tasso di guarigione è compreso tra l’85 e il 90 percento. Questa tecnica è usata meno comunemente per il BCC invasivo perché potrebbe non raggiungere le parti più profonde del tumore e perché il tessuto cicatriziale nel sito può rendere più difficile rilevare una recidiva.

Chirurgia laser

Come funziona
Il dermatologo dirige un fascio di luce intensa sul tumore per colpire i BCC superficiali. Alcuni laser vaporizzano il cancro della pelle (ablazione) mentre altri (laser non ablativi) convertono il raggio di luce in calore, distruggendo il tumore.

Quando si usa
La chirurgia laser non è stata ancora approvata dalla FDA per i BCC superficiali, ma in alcuni casi viene utilizzata come terapia secondaria, soprattutto quando altre tecniche non hanno avuto successo.

Terapia fotodinamica (PDT, photodynamic therapy)

Come funziona
Il dermatologo applica un agente topico per rendere la lesione sensibile alla luce o inietta l’agente nel tumore. Dopo aver lasciato trascorrere un breve periodo di tempo per l’assorbimento, il dermatologo utilizza una luce blu o un laser a colorante a impulsi (o talvolta luce solare naturale controllata), che provoca una reazione che distrugge il BCC. Dopo la procedura, i pazienti devono evitare rigorosamente la luce solare per almeno 48 ore, poiché l’esposizione ai raggi UV aumenterà l’attivazione del farmaco e potrebbe causare gravi scottature.

Quando si usa
La PDT può essere utilizzata per alcuni BCC superficiali sul viso e sul cuoio capelluto, ma non è raccomandata per BCC invasivi.

Farmaci topici

Farmaci approvati negli Stati Uniti
5-fluorouracile (5-FU) (Efudex®, Carac®, Fluoroplex®, Tolak®)
Imiquimod (Aldara®, Zyclara®)

Come funzionano
Si tratta di creme o gel applicati direttamente sulle aree interessate della pelle per trattare BCC superficiali con il minimo rischio di cicatrici. Imiquimod attiva il sistema immunitario per attaccare le cellule cancerose, mentre il 5-FU è una chemioterapia topica che uccide le cellule cancerose.

Quando si usano
Il 5-FU, una chemioterapia approvata per il trattamento di alcuni tumori interni, è stato anche approvato dalla FDA in forma topica per BCC superficiali, con tassi di guarigione tra l’80 e il 90 percento. Imiquimod è approvato per BCC superficiali, con tassi di guarigione tra l’80 e il 90 percento. Spesso i tumori diagnosticati mediante biopsia come superficiali presentano altre aree invasive all’interno della stessa lesione, rendendo intrinsecamente difficile la selezione appropriata del tumore per questo trattamento.

Quando si valutano i pro e i contro delle opzioni di trattamento, è importante considerare che le radiazioni, la criochirurgia e i farmaci topici hanno tutti uno svantaggio significativo in comune: nessun tessuto viene esaminato al microscopio, quindi non c’è modo di confermare la completa rimozione del tumore.

Modificato da:
Julie K. Karen, MD
Ronald L. Moy, MD

Ultimo aggiornamento: 2020

This translation is made possible through a grant from
Genentech logo